Caso Claps, serve un nuovo prelievo del dna di Restivo

Caso Claps, serve un nuovo prelievo del dna di Restivo

Caso Claps, serve un nuovo prelievo del dna di Restivo

SALERNO - E' necessario un nuovo prelievo del dna di Restivo, l'uomo accusato dell'omicidio di Elisa: lo chiede il legale della famiglia Claps. La richiesta a margine dell'avvio del nuovo incidente probatorio disposto dalla procura di Salerno. Per l'avvocato l'unica certezza della perizia di Vincenzo Pascali, il medico legale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e' che gli oggetti analizzati non erano in uso a Restivo, quindi non si ha certezza sul suo dna.

 

L'incarico per integrare la perizia di Pascali è stato affidato al comandante del Ris di Parma Giampietro Lago e al comandante della sezione Biologia del Ris di Roma, Andrea Berti. Del resto sarebbe questa, come hanno spiegato Gildo Claps e il suo legale, la carenza più inquietante degli esiti degli esami svolti nel primo incidente probatorio: "Noi il Dna di Restivo non ce l'abbiamo. Eppure Pascali ha escluso che sulla scena del delitto ve ne sia rimasta traccia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -