Caso Marrazzo, pusher morto: accusato un carabiniere

Caso Marrazzo, pusher morto: accusato un carabiniere

Caso Marrazzo, pusher morto: accusato un carabiniere

ROMA - Clamorosa svolta nelle indagini relative alla morte di Gianguerino Cafasso, il pusher e protettore di trans del ‘caso Marrazzo', deceduto per overdose il 12 settembre 2009 a Roma. La dose letale di droga che lo uccise sarebbe stata fornita da un carabiniere. La Procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati, con l'accusa di omicidio volontario, il maresciallo della Compagnia Trionfale Nicola Testini, dopo aver ascoltato il trans Jennifer, fidanzata del pusher.

 

Testini è già indagato di complicità con i due colleghi che agli inizi di giugno 2009 fecero irruzione nell'appartamento di via Gradoli dove il politico era in compagnia del viado Natalie. Gianguerino Cafasso sarebbe stato eliminato - è il sospetto degli inquirenti - perché era diventato un testimone scomodo e pericoloso. La trans Jennifer in un primo tempo aveva parlato agli inquirenti in modo generico di "un nordafricano" che aveva ceduto la dose a Cafasso.

 

Quest'ultimo era stato poi tirato in ballo da un gruppo di carabinieri della compagnia Trionfale cui avrebbe "soffiato" la presenza, il 3 luglio, dell'allora presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, nell'appartamento di via Gradoli con il trans Natalì. Stando agli stessi uomini dell'Arma, poi arrestati, proprio Cafasso sarebbe stato l'autore del video che ritraeva Marrazzo in atteggiamenti intimi con quel viado.

 

Il pusher fu ucciso da una dose letale di eroina, "mascherata" farmacologicamente con una sostanza in modo che la facesse assomigliare alla cocaina. Negli ultimi interrogatori Jennifer, ha rilevato anche il nome dell'uomo che gli avrebbe consegnato la cocaina mischiata a eroina. Ma non è l'unica novità. Una settimana fa, interrogato in carcere, l'altro carabiniere Luciano Simeone ha ammesso di essere stato lui a girare il video per incastrare  Marrazzo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -