Caso Marrazzo, recuperati i file dal pc del trans Brenda

Caso Marrazzo, recuperati i file dal pc del trans Brenda

Caso Marrazzo, recuperati i file dal pc del trans Brenda

ROMA - Centinaia di file nascosti sono stati recuperati dagli esperti informatici della Procura di Roma dal pc di Brenda, la transessuale coinvolta nell'inchiesta su un presunto tentativo di ricatto che sarebbe stato compiuto ai danni dell'ex presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo morta venerdì scorso nell'incendio del suo appartamento in via Due Ponti. I file, secondo i consulenti del procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo, erano stati cancellati dalla memoria visibile del pc.

 

Massimo riserbo sul contenuto dei file, ma secondo indiscrezioni si tratterebbe probabilmente di foto e immagini. Non è escluso che nei file cancellati ci sia anche il secondo video di cui si è parlato nelle carte processuali, quello con lo stesso Piero Marrazzo e l'altro trans Michelle. Un video di cui Brenda ne aveva parlato con i magistrati, spiegando di essersene disfatta "perché aveva paura".

 

Il computer, che in un primo sopralluogo non era stato trovato nel monolocale, era stato rinvenuto dagli investigatori il giorno della morte del trans dentro un lavandino sistemato sotto il getto di acqua corrente di un rubinetto aperto. Quasi un messaggio, un monito che qualcuno voleva dare a chi custodisce i segreti di clienti importanti dei trans.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -