Caso Ruby, emergono due bonifici di Berlusconi ad una ragazza

Caso Ruby, emergono due bonifici di Berlusconi ad una ragazza

Caso Ruby, emergono due bonifici di Berlusconi ad una ragazza

ROMA - Emergono nuovi particolari dagli atti che i magistrati della Procura di Milano che indagano sul cosiddetto ‘caso Ruby' hanno allegato alla richiesta di autorizzazione a procedere alla perquisizione degli uffici di Giuseppe Spinelli. Dalle 389 pagine è emerso che il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha effettuato due bonifici da diecimila euro ciascuno a favore di Alessandra Sorcinelli, una delle giovani che, per l'accusa, frequentavano le feste ad Arcore.

 

Sul conto corrente della ragazza "si rilevano due bonifici in entrata, il 16 luglio 2009 e il 17 settembre 2009 entrambi dell'importo di 10 mila euro", è scritto negli atti. Dagli accertamenti eseguiti è emerso che i bonifici sono partiti da due filiali di un istituto di credito di Segrate, una delle quali si trova nei pressi degli uffici di un'azienda dove opera Spinelli. Berlusconi è accusato di concussione e prostituzione minorile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -