Caso Ruby, Emilio Fede querela il suo ex capo scorta

Caso Ruby, Emilio Fede querela il suo ex capo scorta

Caso Ruby, Emilio Fede querela il suo ex capo scorta

MILANO - Emilio Fede, indagato dalla Procura di Milano nell'ambito dell'inchiesta sul cosiddetto ‘caso Ruby', ha deciso di querelare il suo ex caposcorta, Luigi Sorrentino. "Dice cose gravissime", ha affermato il direttore del Tg4. Sorrentino nelle deposizioni aveva spiegato che i turni serali per chi lavorava al seguito del giornalista Mediaset erano sempre più lunghi del solito perché poi avevano il compito di riaccompagnare a casa tutte le ragazze che prendevano parte alle feste del premier.

 

"Quell'uomo dice cose gravissime - ha affermato Fede - io non sono mai tornato alle 4 del mattino, ho la scorta perchè sono stato minacciato di morte e mai, dico mai l'ho usata per altri motivi". Fede ha quindi precisato Sorrentino era il capo della sua scorta e che non gli faceva da autista. "Ora mi sono rotto le scatole, non si possono denigrare le persone in questo modo", ha concluso.

 

In una nota gli avvocati del direttore del Tg4 hanno spiegato che Fede "ha invitato i vertici dell'Arma dei carabinieri ad accertare se il racconto di Luigi Sorrentino corrisponda, oppure no, alla verità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -