Caso Ruby, l'interrogatorio della Minetti anticipato per cortesia

Caso Ruby, l'interrogatorio della Minetti anticipato per cortesia

Caso Ruby, l'interrogatorio della Minetti anticipato per cortesia

MILANO - E' stato anticipato per un gesto di cortesia nei confronti dell'indagata l'interrogatorio di Nicole Minetti negli uffici della Procura di Milano. La consigliera regionale del Pdl in Lombardia, davanti ai pm Ilda Boccassini, Antonio Sangermano e Pietro Forno, avrebbe risposto solo ad alcune delle contestazioni mosse a supporto dell'accusa di favoreggiamento della prostituzione mentre ad su altri punti si sarebbe avvalsa della facoltà di non rispondere.

 

L'interrogatorio è durato circa tre ore. L'ex igienista dentale avrebbe replicato sulle domande inerenti il suo rapporto con il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Sia la difesa che i magistrati mantengono il massimo riserbo. Non si esclude che nei prossimi giorni la Minetti possa essere nuovamente interrogata. L'anticipo dell'atto istruttorio non significa quindi un'accelerazione nei tempi della richiesta di rito immediato per Berlusconi, accusato di concussione e prostituzione minorile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -