Caso Ruby, una giovane intercettata: "Un puttanaio"

Caso Ruby, una giovane intercettata: "Un puttanaio"

La parlamentare del Pdl Maria Rosaria Rossi

MILANO - Spuntano alcune tracce delle intercettazioni telefoniche usate dalla Procura di Milano nell'ambito delle indagini sul cosiddetto ‘caso Ruby' che vede indagato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. "O sei pronta a tutto oppure prendi il taxi e te ne vai", si legge ad esempio nelle intercettazioni tra due ragazze, T.M. e B.V., riportate nell'invito a comparire dai magistrati milanesi al premier, secondo quanto riferito da chi ha potuto leggere le carte.

 

"Sembra di stare al Bagaglino", ha raccontato T.M., "ma è peggio. Un puttanaio. Con Berlusconi che toccava i culi alle ragazze. Ora se quelle cose le fai in camera da letto, sono affari tuoi, ma così, davanti a tutti! Mi chiedo, il giorno dopo, come faccia a lavorare". In un'altra conversazione finita nel mirino degli inquirenti una ragazza, sempre descrivendo i festini nell'abitazione del premier, parla di "desolazione".

 

Nel decreto con cui si chiede il via libera per perquisire l'ufficio di Giuseppe Spinelli, uomo di fiducia di Berlusconi, alla ricerca di eventuali tracce di pagamenti alle giovani ragazze ospiti ai festini ad Arcore e a chi le avrebbe reclutate, c'è anche l'intercettazione di un colloquio telefonico tra la parlamentare del Pdl Maria Rosaria Rossi con il direttore del Tg4 Emilio Fede nella quale si parla anche della pratica del "bunga bunga".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -