Caso Tarantini, i giudici: "Berlusconi sapeva che erano escort"

Caso Tarantini, i giudici: "Berlusconi sapeva che erano escort"

Caso Tarantini, i giudici: "Berlusconi sapeva che erano escort"

Silvio Berlusconi era pienamente "consapevole" del fatto che le ragazze portate nelle sue residenze dall'imprenditore pugliese Gianpaolo Tarantini fossero delle escort. E' quanto sostengono i giudici del Tribunale del Riesame di Napoli, che nella nottata tra lunedì e martedì hanno disposto la scarcerazione di Tarantini, revocato i domiciliari per la moglie dell'imprenditore, Angela Devenuto, fin qui indagati per estorsione, e disposto il trasferimento dell'inchiesta a Bari.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In base agli elementi raccolti, i giudici sostengono che "la condotta processuale fin dall'origine assunta da Tarantini, volta a tenere il più possibile indenne il presidente del Consiglio da verosimili danni alla sua immagine pubblica derivanti dalla divulgazione dei risvolti più sconvenienti del processo pendente presso l'a.g. barese è stata indotta dalla promessa (anche tacita o facta concludentia quali la nomina e la retribuzione di un avvocato indicato dal suo entourage) da parte del premier di farsi carico della situazione di Tarantini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -