Caso Tarantini, i giudici: "Berlusconi sapeva che erano escort"

Caso Tarantini, i giudici: "Berlusconi sapeva che erano escort"

Caso Tarantini, i giudici: "Berlusconi sapeva che erano escort"

Silvio Berlusconi era pienamente "consapevole" del fatto che le ragazze portate nelle sue residenze dall'imprenditore pugliese Gianpaolo Tarantini fossero delle escort. E' quanto sostengono i giudici del Tribunale del Riesame di Napoli, che nella nottata tra lunedì e martedì hanno disposto la scarcerazione di Tarantini, revocato i domiciliari per la moglie dell'imprenditore, Angela Devenuto, fin qui indagati per estorsione, e disposto il trasferimento dell'inchiesta a Bari.

 

In base agli elementi raccolti, i giudici sostengono che "la condotta processuale fin dall'origine assunta da Tarantini, volta a tenere il più possibile indenne il presidente del Consiglio da verosimili danni alla sua immagine pubblica derivanti dalla divulgazione dei risvolti più sconvenienti del processo pendente presso l'a.g. barese è stata indotta dalla promessa (anche tacita o facta concludentia quali la nomina e la retribuzione di un avvocato indicato dal suo entourage) da parte del premier di farsi carico della situazione di Tarantini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -