Caso Tarantini, i pm: "L'inchiesta resti a Napoli"

Caso Tarantini, i pm: "L'inchiesta resti a Napoli"

Caso Tarantini, i pm: "L'inchiesta resti a Napoli"

NAPOLI - I pm di Napoli vogliono che l'inchiesta relativa al presunto ricatto commesso dai coniugi Tarantini al premier Silvio Berlusconi resti nel capoluogo campano. I pm Piscitelli, Woodcock e Curcio hanno presentato al gip Amelia Primavera una richiesta di revoca dell'ordinanza, che martedì aveva dichiarato l'incompetenza territoriale dell'autorità giudiziaria napoletana, presentando una nuova lettura dei fatti sulla scorta degli atti appena depositati al Riesame.

 

La procura ritiene infatti che allo stato non sia determinata ancora con precisione quale sia la sede giudiziaria competente. Il gip Primavera, sulla base degli atti finora acquisiti aveva stabilito che il procedimento doveva essere trasferito a Roma e il procuratore Lepore aveva reso noto che gli atti sarebbero stati trasmessi al più presto nella capitale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -