Casola Valsenio: bilancio positivo per la Festa dei racconti dimenticati

Casola Valsenio: bilancio positivo per la Festa dei racconti dimenticati

CASOLA VALSENIO - Si è chiusa con un ottimo bilancio la prima Festa dei frutti dimenticati che si è svolta a Casola Valsenio dal 25 al 27 luglio. Una tre giorni di full immersion con la fantasia in cui la favola, il racconto, le storie sono entrate nelle vie, nei negozi, nei ristoranti e anche nel cuore delle persone.

 

L'attenzione del paese di Casola verso le sue tradizioni, le sue radici, la sua terra è molto vigile anche nel terzo millennio e la buona riuscita del festival lo dimostra.

Il programma artistico di queste tre giornate è stato intenso, coinvolgente, rivolto ai bambini come agli adulti.

 

"Il pubblico di turisti e locale - sottolinea Roberta Colombo, del Teatro del Drago - ha seguito il festival nelle sue varie attività. La prima giornata, venerdì,  che coincideva conil famoso mercatino delle erbe è stata quasi "incredibile", le vie del paese erano gremite dalle persone ed era impossibile camminare liberamente fra le vie Sorgente, Matteotti e Marconi; e soprattutto davanti agli occhi esterrefatti dei turisti era possibile incontrare Biancaneve, Pinocchio trasformato in Asino, il Gatto con gli Stivali, Fatine, Principesse, Regine, Streghe  e Geni della Lampada. Anche tutti gli spettacoli serali sono stati super affollati con centinaia e centinaia di spettagori". Sui numeri è ancora Roberta a fare il punto della situazione "Nella giornata di sabato al pomeriggio all'interno del Giardino delle erbe, la produzione del Festival ha coinvolto circa 50 bambini e una settantina di genitori, mentre i due spettacoli serali hanno registrato il tutto esaurito. La domenica si è lavorato al Cardello con due eventi uno al mattino e uno al pomeriggio anch'essi seguitissimi mentre nel pomeriggio lo spettacolo di burattini è stato rappresentato in una parte riservata del giardino della Piscina Comunale ed è stato seguito da circa 150 persone fra adulti e bambini, totale di spettatori registrato anche nello spettacolo conclusivo a Monte Battaglia".

 

In questi tre giorni è stata attivata la formula promozionale della Favola Card, che offriva ai possessori una numerosa serie di agevolazioni, dai pernottamenti gratuiti per bambini presso gli Agriturismo, a menù alle erbe per bambini  a prezzi  modici, a sconti presso tutti i negozi e gli bar. Tutti gli appuntamenti del festival sono stati seguiti da bambini ed adulti con una percentuale del 30% di Casolani e del 70% di turisti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla Festa anche l'amministrazione comunale riconosce il grande successo e risultato ottenuto. Per l'assessore alla cultura, Nicola Iseppi "questa scommessa è stata vinta. Essendo la prima edizione di una realtà tutta da pensare e scoprire non potevamo aspettarci miglior risultato. Tre giorni intensi, partecipati e seguiti sia dai turisti sia dai cittadini casolani fanno sperare in un possibile futuro per questa particolare ed inedita manifestazione. Non sarà semplice ma visto il successo ottenuto lavoreremo assiduamente affinché anche il prossimo anno Casola Valsenio diventi capitale della memoria per la favola e per il divertimento della fantasia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -