Casola Valsenio: Mercatino serale delle erbe, la soddisfazione del sindaco

Casola Valsenio: Mercatino serale delle erbe, la soddisfazione del sindaco

CASOLA VALSENIO - Si è chiusa la XXVIII° edizione del mercatino serale delle erbe. E così arrivano i primi bilanci e le prime analisi sullo stato di fatto.

 

"Quest'anno - afferma il presidente Mirka Monducci - per la prima volta si sono portate grandi novità e queste hanno fatto sì che ci fosse una maggiore presenza al mercatino e più soddisfazione sia da parte di chi vi ha lavorato sia da parte di coloro che hanno visitato il nostro paese".

 

La soddisfazione, nonostante ci sia ancora molto lavoro da fare, è tanta ma "l'obbiettivo finale - aggiunge la Monducci - è quello di continuare su questa linea, cercare di ampliare e migliorare quello che potrebbe diventare un vero e proprio rinnovo, una vera e nuova immagine del mercatino.

La più grande novità di quest'anno è stata sicuramente l'espansione del mercatino attraverso un coinvolgimento maggiore delle attività casolane, come l'angolo dedicato ai gelati alle erbe, quello della pizza alle erbe, il tutto allo scopo di offrire al turista una visione completa del mondo officinale presente a Casola Valsenio.

 

Soddisfazione viene poi espressa anche dal sindaco, Nicola Iseppi. "L'estate del 2009 - afferma il primo cittadino - si potrà senz'altro ricordare come l'anno in cui si è rivoluzionato il Mercatino delle erbe. Per questo non posso che confermare un bilancio assolutamente positivo. Il paese ha così saputo confermare la sua immagine di paese delle erbe rafforzando la sua attrattività per un pubblico attento all'ambiente, alla natura e alla qualità della vita. È stata un edizione con un altissima partecipazione di pubblico - continua Iseppi - sempre più curioso di assaggiare e conoscere i profumi e i sapori delle erbe".

 

Indiscusso protagonista di questa edizione è stato sicuramente il gusto. "Un'eccellente offerta gastronomica alle erbe con un ristorante e una pizzeria, tisane, cocktail e gelati alle erbe, ampi spazi di sosta fra le numerose bancarelle a tema ed un'ottima collaborazione con ristoranti e agriturismi locali hanno permesso di effettuare un ulteriore salto di qualità per il mercatino".

 

Un miglioramento che per Iseppi è stato reso possibile anche grazie "a tutti coloro che hanno partecipato alla progettazione e alla realizzazione dell'evento. Dalla Proloco su tutti, al Giardino, ma non vanno dimenticate le importanti collaborazioni con "Casola è una Favola" e il Teatro del drago, con Strade Blu, con i commercianti del paese e con gli stessi cittadini".

 

Sul futuro qualche preoccupazione non manca. "L'idea di fondo di questo rinnovamento è quella di continuare sulla strada della costruzione di un evento non solo di rilievo culturale, ma anche turistico. Siamo purtroppo in un momento di difficoltà per la collina da questo punto di vista, ma Casola Valsenio ha potuto mantenere un'offerta di elevata qualità e sostanza. Credo - conclude Iseppi - che per il futuro di Casola Valsenio la strada debba essere questa. Quella cioè di continuare a caratterizzarsi nei suoi punti di forza, cercando di veicolare ancora di più l'unicità delle proprie peculiarità e, soprattutto, inquadrandoci maggiormente all'interno del Parco della Vena del gesso romagnola, rande contenitore e valore aggiunto per il nostro territorio e le nostre attività".

 

Da qui un appello. Il sindaco di Casola Valsenio, infatti, si augura che "dalla provincia e dalla regione ci sia sempre un adeguato sostegno economico e logistico affinché il turismo collinare possa continuare a crescere anche nel futuro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -