Cassazione: marito tradito può offendere e insultare la moglie

Cassazione: marito tradito può offendere e insultare la moglie

ROMA – Aveva scoperto che sua moglie, insegnante universitaria, lo tradiva con il cognato leggendolo dal diario segreto della sua compagna di vita. Il 52enne salernitano M.F., preso dalla rabbia, ha meditato vendetta inviando ai colleghi della donna alcune frasi erotiche trascritte dal diario.


L’uomo fu rinviato condannato nel gennaio 2005 a otto mesi per diffamazione, ingiuria e minaccia e a pagare i danni morali alla moglie. Nel febbraio 2006 ci fu l’udienza d’appello nella quale la pena fu ridotta alla sola diffamazione.

Martedì la Cassazione ha ritenuto l’uomo non punibile perché giustificato dall'ira. Infatti è stato considerato "l'accecamento dello stato d'ira provocato da atto ingiusto altrui" che non significa che "si esaurisca in un'azione istantanea".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -