Castel Bolognese, a breve una mostra su Santa Maria della Misericordia

Castel Bolognese, a breve una mostra su Santa Maria della Misericordia

CASTEL BOLOGNESE - Giovedì 9/06 alle ore 20, sarà inaugurata a Castel Bolognese, Via Emilia Interna n.86/a una mostra dal titolo "L'unità nei frammenti. Il complesso architettonico di Santa Maria della Misericordia".

 

L'iniziativa, promossa dall'Associazione "Pietro Costa" con il patrocinio del Comune di Castel Bolognese, ideata e realizzata dallo "Studio Malucelli Architetti Associati" di Castel Bolognese, resterà aperta dal 9 al 13 giugno, in contemporanea con la Sagra di Pentecoste castellana.

 

La mostra si propone di accrescere interesse e sensibilità verso un complesso architettonico sconosciuto a molti, e in particolare sulla pregevole ex chiesa di Santa Maria della Misericordia. Originaria del XIV secolo, fu oggetto di numerose trasformazioni che culminarono nel 1771 con l'intervento dell'architetto imolese Cosimo Morelli che ne realizzò l'ampliamento, comprendente la facciata e la splendida cupola emisferica.

 

Oltre alla chiesa - chiusa al culto nel 1865 e oggi in condizioni di pesante degrado - l'adiacente Palazzo Zacchia-Rondinini e gli attigui locali dell'ex Ospedale della Confraternita della Misericordia (quest'ultimi oggi adibiti a Centro Culturale Polivalente) sono l'oggetto di questo interessante percorso espositivo.

 

All'interno della chiesa sono esposti disegni, immagini e antichi manoscritti che ne ricostruiscono le vicende storico-artistiche, ed illustrano un proposta di restauro con l'ausilio di tavole grafiche ed elaborazioni 3D. L'ultima parte del percorso si sviluppa all'interno dell'adiacente cortile di Palazzo Zacchia- Rondinini (di proprietà privata e solitamente chiuso al pubblico): viene qui illustrata un'ipotesi di riqualificazione architettonica dell'intero complesso, volta alla creazione di un polo culturale a servizio del paese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -