Castel Bolognese, approvato il bilancio 2011 del Comune: "Servizi garantiti nonostante i tagli"

Castel Bolognese, approvato il bilancio 2011 del Comune: "Servizi garantiti nonostante i tagli"

CASTEL BOLOGNESE. «Garantire i servizi nonostante i tagli del Governo». È questo l'impegno, confermato con la recente approvazione del Bilancio di previsione e il Piano triennale degli investimenti, che l'amministrazione castellana intende perseguire per il 2011. A spiegare le principali linee operative è l'assessore al bilancio Damiano Giacometti. «La manovra estiva, la legge finanziaria e il patto di stabilità stanno mettendo in ginocchio anche quelle realtà amministrative che si sono sempre caratterizzate per mantenere percorsi virtuosi e sostenibili nella gestione finanziaria ed economica. Una scelta governativa che, al di là degli slogan politici, rischia di compromettere seriamente la progettualità, gli investimenti e le efficaci strategie pensate per il futuro del welfare locale». Per rispondere ai tagli e recuperare risorse, il comune ha deciso di «rinegoziare la maggior parte dei mutui con la Cassa Depositi e Prestiti, liberando circa 85mila euro, razionalizzare le utenze, i contribuiti e le spese generali, con un risparmio di circa 30mila euro fino ad arrivare all'estinzione di 3 mutui con la Banca di Imola, per un ammontare di circa 186mila  euro, utilizzando parte dell'avanzo di amministrazione 2009».

 

I numeri dei tagli e le scelte dell'Amministrazione

Il taglio dei trasferimenti statali al comune di Castel Bolognese si attesta sui 160mila euro a cui si aggiunge un restringimento dei parametri del patto di stabilità di circa 156mila euro. «Per le tariffe dei servizi a domanda individuale, tra le più basse nel comprensorio - spiega Giacometti - abbiamo deciso di procedere con un aumento non generalizzato, ma diverso da tariffa a tariffa, sulla base del tipo, della sensibilità e della ricaduta del servizio erogato. Il servizio di asilo nido, ad esempio, ha avuto un aumento inferiore rispetto al canone di utilizzo del palazzetto dello sport. Per i servizi sociali associati, sono stati messi a bilancio 360mila euro, per l'assistenza domiciliare agli anziani 170mila euro e per il servizio di asilo nido e per quelli connessi all'infanzia ci sono 350mila euro.

 

Gli investimenti

Per quanto riguarda la viabilità, i trasporti e i servizi connessi, la previsione di spesa è di 466mila euro. Sono in corso di attuazione l'ampliamento della scuola materna, il recupero del Molino Scodellino, il nuovo semaforo in via Emilia Ponente e la nuova sistemazione degli uffici comunali. Per il 2011 sono previsti diversi investimenti cofinanziati da altri enti: i sottopassi ferroviari, la rotonda di via Borello, il casello autostradale, il potabilizzatore, la stazione ecologica. Resta l'attesa per la circonvallazione per la quale non c'è certezza sui finanziamenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il piano degli investimenti 2011 ci saranno 140mila euro per la manutenzione straordinaria della viabilità e del patrimonio comunale, 60mila euro per la ristrutturazione dell'asilo nido (con 12 posti in più) e 90mila euro per l'ampliamento del cimitero. Senza dimenticare l'ulteriore ampliamento della scuola materna (170mila euro avanzo di amministrazione), il completamento di via della Resistenza (200mila euro avanzo di amministrazione e fondi Fas) e la progettazione per la ristrutturazione della piazza (30mila euro).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -