Castel Bolognese: bilancio 2010, rispettato il patto di stabilità

Castel Bolognese: bilancio 2010, rispettato il patto di stabilità

CASTEL BOLOGNESE - L'anno 2009 si è chiuso con un ottimo risultato per l'Amministrazione comunale di Castel Bolognese. Infatti, grazie a uno sforzo che ha coinvolto tutti i diversi settori dell'ente è stato rispettato il patto di stabilità interno.
<<Un risultato tutt'altro che scontato - dichiara l'assessore al bilancio, Damiano Giacometti - vista la difficile situazione che i comuni si trovano ad affrontare a causa di questo meccanismo contabile che impone dure scelte alle amministrazioni locali con più di 5.000 abitanti, bloccandone di fatto gli investimenti più significativi>>. Diversi comuni, infatti, non sono riusciti a rispettare il patto. <<Vorrei esprimere soddisfazione a nome di tutta la Giunta - continua l'assessore Giacometti - per il buon risultato raggiunto e ringraziare tutto il personale del Comune che ha saputo rispondere prontamente all'impulso politico affidatogli. Speriamo che per il 2010 i vincoli del patto vengano rivisti e allentati, per dare respiro soprattutto agli investimenti>>.

 

Il futuro. Il 2010 vede l'impegno dell'Amministrazione in particolare su due fronti: il sociale e la manutenzione. <<La previsione in uscita per i servizi alla persona di 1.138.379 euro, su 5.059.350 euro complessivi a bilancio, mostra la volontà chiara di mantenere quell'importante gamma di servizi per cittadini che caratterizza il nostro territorio. Nonostante i pesanti tagli imposti dal Governo centrale, infatti, l'obiettivo è offrire una risposta concreta alle esigenze della comunità, misurabile proprio nei servizi offerti. Non vogliamo che la mannaia dal centro si ripercuota sui nostri concittadini e stiamo facendo il possibile perché questo non avvenga. In tal senso abbiamo voluto confermare il nostro contributo al fondo straordinario di solidarietà a favore delle famiglie in difficoltà economiche. Dall'altro lato, invece, è significativo lo stanziamento di 250.000 euro di investimenti per opere di manutenzione straordinaria per la viabilità e per il patrimonio comunale. A cui vanno aggiunti gli stanziamenti previsti per la manutenzione ordinaria>>.

Sul versante delle entrate le tariffe per i servizi a domanda individuale verranno adeguate dell'1,5% rimanendo comunque tra le più basse del comprensorio. L'Irpef anche per il 2010 rimarrà invariata.


Piano degli investimenti. Per il 2010 sono previsti 900.000 euro. Le opere prioritarie sono il completamento di via della Resistenza e viabilità limitrofa, previo sblocco dei fondi Fas dell'Unione europea, il completamento dei lavori strutturali di ampliamento della scuola materna, l'ampliamento del cimitero comunale, la sistemazione di piazza Bernardi e l'ultimazione, imminente, del chiostro della residenza municipale. In primavera partiranno i lavori di recupero del Molino scodellino. Inoltre, è stato raggiunto l'accordo con la provincia per la realizzazione della rotatoria all'incrocio delle vie Emilia, Borello, Serra e Rinfosco per la quale il comune compartecipa con la messa a disposizione del terreno necessario per la realizzazione dell'opera. Un altro obiettivo importante è la convenzione firmata con Rfi, Regione e Provincia per la realizzazione dei tre sottopassi ferroviari (la spesa a carico del Comune è di 180.000 euro) i cui lavori inizieranno in corso d'anno. <<Due opere - conclude l'assessore Giacometti - che si inseriscono nell'importante progetto di realizzazione della circonvallazione, attualmente al vaglio dell'Anas, che auspichiamo venga inserita nel piano quinquennale degli investimenti 2010-2014>>.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -