Castel Bolognese: Cna plaude alla nuova rotonda

Castel Bolognese: Cna plaude alla nuova rotonda

"Abbiamo appreso con soddisfazione - sottolinea Mario Zauli, presidente della CNA di Castel Bolognese - dell'approvazione, deliberata dalla Provincia di Ravenna, per il finanziamento dei lavori di realizzazione della rotatoria all'incrocio fra la via Emilia e la SP 47 Borello Castelnuovo, che più volte abbiamo sollecitato. E' stato, infatti, deliberato un investimento di 2 milioni di euro, necessario a mettere in  sicurezza e dare funzionalità ad un incrocio pericoloso, attraversato quotidianamente da migliaia di veicoli".

 

"L'approvazione dei lavori -prosegue Zauli - mette fine al lungo iter burocratico che ha coinvolto Comune, Provincia, Regione, Anas, per la progettazione e l'acquisizione delle aree. Ci auguriamo che adesso i tempi e le procedure per l'affidamento dei lavori consentano di avviare al più presto gli interventi di realizzazione di un'opera così importante per la viabilità nel territorio di Castel Bolognese. Auspichiamo, poi, che l'affidamento dei lavori avvenga sulla base di procedure di gara in grado di selezionare imprese con capacità di esecuzione e non solo col criterio del massimo ribasso".

 

"Gli interventi per la realizzazione dei sottopassi, attualmente in fase di esecuzione, e la realizzazione della rotonda - continua ancora il presidente della CNA castellana -  delineano una nuova viabilità attesa e sollecitata da anni e che potrà collegarsi sia verso il previsto casello sull'A14, sia con la prevista circonvallazione. Per rendere funzionale la viabilità individuata dal Piano Regolatore, si rende però necessario realizzare al più presto la strada di collegamento fra le due aree artigianali già insediate".

 

"Attualmente - ribadisce Zauli - il collegamento è interrotto nell'attraversamento del Rio Fantino; la strada, già prevista dal Piano Regolatore, completerebbe un'area artigianale che si è sviluppata in pochi anni, consentendo l'ampliamento per molte imprese locali e l'insediamento di aziende che vi si sono trasferite da altri comuni, facendo di quest'area un insediamento produttivo di elevata attrazione e qualità di servizi".

 

"Più volte - conclude Zauli - abbiamo sollecitato la realizzazione di questo collegamento, così come da diversi anni sollecitiamo il prolungamento della via Lughese dalla curva dell'attuale passaggio a livello, fino al collegamento con la viabilità già realizzata della zona industriale. Per vederlo realizzato (speriamo), dovremo attendere il completamento dei lavori dei sottopassi; ciò permetterebbe di avere un altro accesso alla zona industriale, sicuro e funzionale ma, soprattutto, senza dovere aggravare di ulteriore traffico la via Emilia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -