Castel Bolognese, il sindaco in difesa degli uffici tecnici comunali

Castel Bolognese, il sindaco in difesa degli uffici tecnici comunali

CASTEL BOLOGNESE. «Adesso basta. La macchina amministrativa comunale non può essere ingolfata per rispondere ad esposti, tra l'altro anonimi, su questioni che poi si risolvono in nulla di fatto». Il sindaco Daniele Bambi denuncia con fermezza una situazione che si sta verificando da diverso tempo ai danni del comune di Castel Bolognese e che sta rallentando l'operatività del settore tecnico ed urbanistico dell'amministrazione comunale. Nello specifico si tratta di diversi esposti arrivati alla prefettura di Ravenna in cui anonimi sottolineano e relazionano presunti illeciti urbanistici. «Un fatto - commenta il sindaco - assolutamente dannoso per l'efficienza della macchina amministrativa comunale in quanto nessuno di questi esposti ha fatto rilevare violazioni a norme e regolamenti urbanistici vigenti presso il nostro comune».

 

Oltre alla prefettura gli esposti sono stati indirizzati anche ad altri organi di pubblica sicurezza riguardanti diversi interventi effettuati sul territorio, dal distributore lungo la via Emilia a presunte irregolarità al Prg e al regolamento comunale, passando per fosse biologiche, costruzioni in legno ritenute abusive ed altri inesistenti illeciti edilizi.

 

«A questo punto - rincara il primo cittadino castellano - abbiamo dato mandato ai nostri legali di iniziare un iter procedurale in grado di tutelare la buona amministrazione affinché questa prassi ormai insostenibile venga a cessare quanto prima. Inoltre - conclude il sindaco Bambi - non posso che esprimere solidarietà e fiducia ai tecnici, progettisti e dirigenti del settore urbanistico comunale per il sempre trasparente e legale operato».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -