Castel Bolognese, inaugurata la nuova sede dell'Avis

Castel Bolognese, inaugurata la nuova sede dell'Avis

Castel Bolognese, inaugurata la nuova sede dell'Avis

CASTEL BOLOGNESE - Si è svolta domenica scorsa, alla presenza del sindaco della città Daniele Bambi, dell'assessore alla cultura Giovanni Morini, del presidente dell'Avis castellano Ermanno Costa e del presidente dell'Avis provinciale Francesco Laghi, la premiazione dei donatori castellani benemeriti. Oltre 60 le benemerenze assegnate, divise tra verde (3 anni di iscrizione e almeno 6 donazioni), blu (5 anni e 12 donazioni), rossa (10 anni e 24 donazioni), oro (20 anni e 40 donazioni), rubino (30 anni e 60 donazioni), smeraldo (40 anni e 80 donazioni) e diamante (cessazione delle donazioni per raggiunti limiti di età e almeno 120 donazioni).?Tra le premiazioni più significative i diplomi di "Donatore senza frontiere", rilasciati ai donatori stranieri: Roland Ferhati, Ionita Vasile, Veronica Mihale, Christian Marie Paschos e Arjan Nipolle. Ad Augusto Rossi è andata invece la benemerenza in oro con diamante.

 

Soddisfatti per i risultati raggiunti, Costa e Laghi hanno rivolto un appello affinché la pratica della donazione del sangue si diffonda sempre di più tra la popolazione. Un appello raccolto dal sindaco Bambi, a sua volta donatore, mentre l'assessore Morini ha ricordato il prezioso contributo svolto dall'Avis castellana anche in ambito culturale.

 

Le premiazioni sono state precedute dall'inaugurazione della nuova sede dell'Avis di Castel Bolognese, allestita all'interno dei locali messi a disposizione dell'associazione nell'ex ospedale dall'Asl locale. Durante la cerimonia è stata scoperta anche una targa in onore del professor Emilio Gondoni, recentemente scomparso, fondatore dell'Avis comunale e più volte presidente provinciale e regionale dell'associazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -