Castel Bolognese: nuovi servizi per l'Asp

Castel Bolognese: nuovi servizi per l'Asp

CASTEL BOLOGNESE - A Castel Bolognese l'Asp si amplia. Sabato 27 febbraio, a partire dalle ore 10.30, si terrà l'inaugurazione dei nuovi servizi socio-sanitari per anziani creati al primo piano del Presidio Socio Sanitario. Un utilizzo in forma integrata delle strutture di proprietà dell'Asp "Solidarietà insieme" (casa protetta, casa di riposo e centro diurno assistenziale) e dell'Ausl di Ravenna (presidio socio-assistenziale) che permetterà di seguire i criteri di efficienza ed efficacia nell'erogazione dei servizi in modo migliore e con alti standard di qualità.

 

Nello specifico si tratta di alcuni interventi essenziali per la funzionalità dei servizi quali collegamento strutturale fra gli immobili, installazione di un sistema di video-sorveglianza, modifiche strutturali interne. Il Centro, infatti, è stato concepito come un'area polifunzionale che comprende una pluralità di servizi differenziati in relazione al grado di non autosufficienza degli assistiti. Ecco allora diventare realtà alcune soluzioni innovative come il centro notturno assistenziale e il progetto "Una casa dove non si è mai soli", dove ogni singolo posto letto è dotato di un ulteriore spazio aggiuntivo di servizio cucina, specifico per disabili, con un elevato connotato di familiarità.

 

Per quanto riguarda i servizi residenziali (casa protetta e casa di riposo) si passerà da 52 a 74 posti letto e per quelli semiresidenziali (centro diurno assistenziale) da 20 a 25 posti letto. Inoltre 30 sono le stanze da due posti letto, 14 da un posto letto. Nella giornata si inaugura anche un nuovo nucleo da 22 posti per anziani con disabilità di grado severo e la riorganizzazione di un nucleo specificatamente indirizzato per l'assistenza ad anziani affetti da demenza senile. Nella struttura è attiva un'assistenza infermieristica garantita 24 ore su 24.
Il costo complessivo dell'operazione è stato pari a 690.000 euro, di cui 135.000 erogati dalla Regione Emilia-Romagna.

 

<<Con questi interventi - dichiara l'assessore ai servizi sociali Katia Malavolti - oggi siamo in grado di dare risposte flessibili e adeguate alle esigenze degli anziani e delle famiglie della nostra comunità. Oltre alla nuova residenzialità ci sono servizi innovativi a sostegno della domiciliarità: l'ampliamento dei posti di centro diurno, il centro notturno assistenziale, i ricoveri provvisori e temporanei, il progetto "Informanziani". Tutto questo in un'ottica di diversificazione e integrazione dei servizi, con la garanzia di alti standard di qualità, che hanno da sempre contraddistinto i nostri servizi. >>.


L'inaugurazione di sabato 27 si aprirà con la benedizione di don Gianni Dall'Osso, arciprete della parrocchia di Castel Bolognese. Interverranno il sindaco di Castel Bolognese Daniele Bambi, l'assessore Katia Malavolti e il presidente dell'Asp "Solidarietà insieme" Roberto Rinaldi Ceroni. Alle 11 il vice presidente dell'Asp Giuseppe Musardo e il direttore Claudio Villa presenteranno i servizi. Alle 11.30, dopo i contributi di autorità e amministratori, ci sarà la visita alla struttura. Per l'occasione verrà inaugurata anche un'esposizione di opere realizzate dagli allievi della scuola media che hanno aderito al progetto per ornare le stanze letto "Caro nonno di regalo un disegno".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -