Castel Bolognese, ronde notturne non autorizzate. E la Lega si infuria

Castel Bolognese, ronde notturne non autorizzate. E la Lega si infuria

foto tratta dal web-33

CASTEL BOLOGNESE - Alcuni cittadini hanno denunciato ai referenti comunali della  Lega Nord di essere stati fermati mentre si trovavano nel parco Biancini a parlare, senza compiere atti criminosi o vandalici, e di essere stati minacciati di denuncia alle forze dell'ordine. "Il fatto è assai grave - si legge in una nota della Lega Nord - non solo per la nascita di un gruppo di persone che compiono ronde non autorizzate, ma perché a quanto pare a capeggiare questo gruppo di volontari sia il Sindaco stesso".

 

"Questo gruppo, composto da circa 6 persone pare abbia circondato i ragazzi, accusandoli di essere la causa del degrado del parco e anche del paese; i ragazzi sarebbero stati intimati con l'uso di alcune torce, che in modo aggressivo sono state puntate sui loro occhi, e questi volontari non portavano alcuna pettorina distintiva, così come la legge prevede. La questione sarebbe molto grave se si pensa che le ronde dovrebbero essere gruppi apolitici e quindi la presenza del primo cittadino renderebbe il tutto una questione politica."

 

"Questo - si conclude la nota della Lega - sarebbe uno sfruttare il proprio potere per compiere atti non consentiti, appropriarsi di un diritto che non gli spetta, considerato che il Sindaco è autorizzato solo ed esclusivamente ad approvare la delibera di legalizzazione delle ronde. Sarebbe un episodio che evidenzia la strafottenza del gruppo dirigente castellano, composto da membri di centro sinistra, determinato da anni di potere incontrastato."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -