Castel Bolognese, vandali alla Misericordia. La condanna di Pagani (PD)

Castel Bolognese, vandali alla Misericordia. La condanna di Pagani (PD)

RAVENNA - Due auto in dotazione alla Misericordia di Castel Bolognese sono state incendiate durante la notte. Sull'edificio è apparsa la frase di rivendicazione "Basta Cie", i centri di identificazione ed accoglienza per immigrati, centri che nel bolognese e nel modenese sono gestiti dalle Misericordie locali.

 

"Il PD di Ravenna - afferma il segretario provinciale Alberto Pagani - vuole condannare con forza questo gesto inaudito e violento che colpisce un'associazione che si adopera costantemente per l'assistenza delle persone anziane e diversamente abili. Un gesto odioso, perché ricade su chi ha più bisogno. Spero che le forze dell'ordine che stanno conducendo le indagini possano al più presto identificare il colpevole".

 

"In quest'ultimo periodo in tutta Italia sono avvenuti episodi come quello di Castel Bolognese ai danni di mezzi e strutture della Misericordia e in tutti i casi sono stati rivendicati con scritte di opposizione e condanna ai centri di identificazione per immigrati. Mi sento quindi di sottolineare che questi centri per essere efficaci e utili, non possono essere gestiti come è stato fatto fino ad oggi. Non devono essere lager o carceri ma devono diventare un'opportunità per regolarizzare attraverso il lavoro, coloro che sono venuti nel nostro paese per sfuggire a un destino di fame e miseria".

 

"L'attuale sistema di gestione dei Cie non risponde alle complesse problematiche del fenomeno, non consente una gestione efficace dell'immigrazione e infine comporta disagi alle forze dell'ordine e alle persone trattenute. Finora la politica di questo governo è stata puramente ideologica, ha contrastato l'integrazione invece di favorirla e non ha tenuto in alcun conto la realtà presente e quella futura del paese."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -