Castel San Pietro, commemorato il Maresciallo Capo Cavagnero

Castel San Pietro, commemorato il Maresciallo Capo Cavagnero

CASTEL SAN PIETRO - I Carabinieri di Castel San Pietro Terme, nell'ambito delle celebrazioni della ‘Seconda Giornata del ricordo dei caduti nelle missioni internazionali di pace', hanno commemorato, con la deposizione di una corona ed un sobrio momento di raccoglimento, il Maresciallo Capo Giuseppe Cavagnero, Medaglia d'Argento al Valor Civile, morto a Mogadiscio, in Somalia, nel tentativo di salvare un commilitone dall'annegamento.

 

Il Sottufficiale, la cui salma riposa nel cimitero di Varignana, si era arruolato nell'Arma dei Carabinieri il 9 novembre 1931, prestando servizio presso vari Comandi in Patria (Legioni Carabinieri di Roma, Livorno, Torino, Napoli e Bologna). Internato in Germania, tra il 1943 ed il 1945, il 1° maggio 1956 partì come volontario per la Somalia, nella Missione di Pace del Contingente delle Nazioni Unite, ove fu assegnato alla Tenenza di Mogadiscio.

 

Il 22 marzo 1959 perse la vita attraverso l'eroico gesto venendo insignito della Medaglia d'Argento al Valor Civile con la seguente motivazione: "Incurante del gravissimo rischio, si lanciava in soccorso di un Sottufficiale, in procinto di essere travolto da forti ondate e da imprevista corrente. Nel generoso tentativo perdeva la vita, vittima del suo nobile e coraggioso altruismo. Mogadiscio, 22 marzo 1959". All'evento, verificatosi in una spiaggia della capitale somala, assistettero anche i figli del militare Anna e Giorgio, quest'ultimo presente alla cerimonia odierna con un nipote.

 

Alla commemorazione hanno preso parte i familiari di Cavagnero, il Vice Sindaco Giampiero Garuti e il Cappellano della Legione Carabinieri Emilia Romagna, Don Giuseppe Grigolon.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -