Castel San Pietro: Granarolo, lavoratori in mobilitazione

Castel San Pietro: Granarolo, lavoratori in mobilitazione

IMOLA - Si è svolto questa mattina lo sciopero di 8 ore dei dipendenti della Granarolo che hanno anche organizzato un presidio prima davanti allo stabilimento di Castel San Pietro, per poi spostarsi a Imola davanti alla sede di Legacoop. Allo sciopero ha aderito il 95% del personale. Le iniziative di protesta sono state decise a seguito della comunicazione dell'apertura della procedura di mobilità per 35 dei 45 dipendenti. I lavoratori sono stati ricevuti dal presidente di Legacoop Imola, Sergio Prati, al quale i rappresentanti sindacali hanno chiesto un impegno per ottenere il ritiro dei licenziamenti.

 

«Oltre a difendere l'occupazione - afferma Domenico Giagnacovo, segretario della Flai-Cgil di Imola - occorre salvaguardare i siti produttivi. Non è ammissibile pensare che sia sufficiente trasferire il personale per poter chiudere le aziende, causando l'impoverimento del territorio, a maggior ragione se non sono in crisi come nel caso della Granarolo. Nello stabilimento di Castel San Pietro, infatti, nel mese di settembre si è lavorato anche per due sabati, ricorrendo alla flessibilità, per soddisfare le richieste di mercato. Aprire la procedura di mobilità non è una prassi normale, è una forzatura perché si sarebbe potuto optare per altre soluzioni, come la cassa integrazione. Chiediamo all'azienda di convocare un incontro per poter entrare nel merito delle problematiche e valutare alternative alla chiusura dello stabilimento».

 

«La presa di posizione di Granarolo, oltre a non tenere per nulla in considerazioni le valutazioni e le considerazioni fatte dalle organizzazioni sindacali rispetto al piano di tagli presentato, disattende tutti gli impegni assunti ai tavoli regionali e l'accordo "per attraversare la crisi". In una fase così complicata le applicazione più idonee e condivise per salvaguardare siti produttivi e livelli occupazionali dovrebbero rimanere obiettivi comuni».

 

Mercoledì 7 ottobre si terrà il tavolo istituzionale convocato dal Comune di Castel San Pietro a cui interverranno Provincia, Regione, azienda e sindacati. Confermato lo sciopero di 8 ore previsto per venerdì 9 ottobre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -