Castelbolognese chiede la tangenziale direttamente a Vasco Errani

Castelbolognese chiede la tangenziale direttamente a Vasco Errani

CASTEL BOLOGNESE - Lunedì 15 marzo il comitato per la variante ha incontrato l'assessore regionale uscente alla viabilità e trasporti Alfredo Peri e il candidato alla presidenza regionale Vasco Errani, ai quali ha consegnato un dossier con tutti i dati relativi a Castel Bolognese: dati sulla salute dei castellani, sull'inquinamento ambientale e acustico, sulla mole di traffico e sui danni ai palazzi prospicienti la via Emilia.

 

In tale occasione alcuni membri del comitato per la variante hanno potuto insistere con entrambi i candidati sull'urgenza di realizzare tale opera. Alfredo Peri, Vasco Errani e il presidente ella Provincia Francesco Giangrandi, hanno partecipato ad un incontro pubblico a Castel Bolognese e durante tale appuntamento hanno espresso la loro determinazione a sostenere l'opera castellana che migliorerebbe la qualità della vita dei nostri concittadini e aiuterebbe l'intera viabilità  omprensoriale.

 

Dice una nota: "I candidati hanno espresso l'opinione che la variante per castello sia una priorità a livello regionale e che grazie al progetto preliminare e allo screening ambientale sia in una posizione avvantaggiata per essere inserita nei piani dell'ANAS. Viste le dichiarazioni delle settimane scorse sui futuri caselli autostradali di Toscanella e di Castel Bolognese/Solarolo, sulla quarta corsia dell'autostrada che arriverà fino allo svincolo per Ravenna e della imminente realizzazione dei sottopassi ferroviari a Castel Bolognese, noi del comitato abbiamo posto la seguente domanda: ‘fluidificare e aumentare il traffico veicolare attorno a Castel Bolognese senza avere una circonvallazione non porterà ad accentuare un problema già pesante, e ad aggravare il fatto che Castel Bolognese sia un enorme collo di bottiglia per la viabilità?'"

 

E ancora: "La risposta di Peri è stata che è necessario fare in modo che in contemporanea alle
opere quali il casello e la quarta corsia dell'autostrada, venga realizzata anche la variante. Quindi la
parola d'ordine è contemporaneità. Errani ha specificato che la Regione Emilia Romagna e il compartimento regionale dell'ANAS concordano sulla priorità di questa opera, ora resta da onvincere l'ANAS nazionale ad aprire le porte, burocratiche prima, e finanziarie poi, alla variante per Castel Bolognese".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -