Castiglione, ignoti imbrattano la sede di Circoscrizione. Matteucci: "Vile atto teppistico"

Castiglione, ignoti imbrattano la sede di Circoscrizione. Matteucci: "Vile atto teppistico"

Castiglione, ignoti imbrattano la sede di Circoscrizione. Matteucci: "Vile atto teppistico"

RAVENNA - Nella notte fra giovedì e venerdì, ignoti vandali hanno imbrattato i muri della sede della Circoscrizione di Castiglione di Ravenna, con scritte contro gli aderenti al Partito Democratico e a sostegno di Silvio Berlusconi. "W Silvio", "Castiglione si vergogna dei consiglieri PD" e "Abbasso i rossi" tra le scritte apparse su vetri e muri della sede. Il sindaco ha condannato l'episodio: "Vile atto teppistico, sono solidale con la Presidente Catia Gelosi"


GUARDA LA FOTOGALLERY

 

"Condanno questo vile episodio teppistico - ha detto il primo cittadino - e sono solidale nei confronti della Presidente della Circoscrizione Catia Gelosi comprensibilmente turbata per l'accaduto. Mi auguro che gli autori dell'atto di questa notte, così come quelli delle scritte sui muri della sede del Popolo della Libertà di qualche giorno fa, vengano individuati e puniti. Lunedì scorso il Consiglio Comunale ha approvato, all'unanimità, un ordine del giorno di solidarietà a Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e di condanna, senza se e senza ma, dell'aggressione subita dal premier in piazza Duomo".

 

"Dopo l'atto teppistico alla sede del Pdl, adesso le scritte sui muri della sede della Circoscrizione di Castiglione. Questi episodi sono la spia di un degrado dello scontro politico che rischia di contagiare anche la nostra città. Ravenna è una città dalle solide tradizioni democratiche. Quello che è accaduto ci fa ancora più soffrire. Il confronto fra maggioranza e opposizione è inevitabilmente scontro di opinioni diverse, di diversi programmi e strategie. Questo scontro assume toni inevitabilmente aspri".

 

"Ma le parole che usiamo, a destra e a sinistra - ha detto ancora Matteucci - non devono né offendere, né ferire. Dobbiamo distinguere fra la critica e l'odio. La violenza mortifica la politica, uccide la libertà di idee e la democrazia. Nell'ordine del giorno approvato lunedì scorso all'unanimità, il Consiglio comunale ha preso un impegno: quello di mantenere nella nostra città un clima di confronto che, per quanto aspro, utilizzi parole e metodi che non offendano, non feriscano e non riducano mai l'avversario politico a persona da distruggere. Lavoriamo tutti insieme perché questo impegno sia mantenuto".


Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Dalladario
    Dalladario

    Ma eccolo il PDL il Partito Dell' Ammore ! Tutti buoni ,bravi educati e morigerati per fortuna che ci sono loro !

  • Avatar anonimo di pm
    pm

    E' il momento degli psicolabili.Domenica a Milano con la statuina del duomo, giovedi' a Castiglione con la bomboletta di vernice. Consiglierei loro di rivolgersi con fiducia al servizio psichiatrico.

  • Avatar anonimo di Edoardo Bannato
    Edoardo Bannato

    Questo sì che è l'amore che vuole il vostro Silvio, altro che la "spirale dell'odio" che distrugge tutto... per me se questi stessero a casa su Facebook, alla faccia di Schifani, sarebbero meno pericolosi dei Black Sabbath.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -