Castrocaro diventa la città della Musica classica

Castrocaro diventa la città della Musica classica

CASTROCARO - Con il concerto dei vincitori della XII Rassegna Musicale Migliori Diplomati si è concluso a Castrocaro Terme e Terra del Sole il calendario di musica classica previsto per l'estate 2008. Il concorso nazionale è stato vinto quest'anno da Carlotta Paolacci (flauto da Tivoli), Giovanni Santini (pianoforte da Serravezza -LU-), Fiorenzo Pascalucci (pianoforte da Campobasso), Roberto Armocida, Premio Terme e Salsubium, (sassofono, da Monasterace -RC-) e Wolfgang Rabensteiner, premio "Marco Allegri" (bassotuba da Chiusa -BZ-). A questi sono state consegnate anche le borse di studio messe a disposizione dall'Amministrazione Comunale.

 

Ora è iniziato il tempo dei bilanci sul programma musicale generale, distribuito tra la fine di Luglio e il mese di Agosto, che ha permesso di realizzare una serie pressoché ininterrotta di concerti nelle zone più suggestive del paese riscontrando sempre un notevole successo di pubblico.

Il Corso Estivo Marco Allegri, la Rassegna Nazionale e la CastrocaOrchestra hanno coinvolto tutto il paese portando eventi di qualità e giovani talenti al Grand Hotel Terme come alla Fortezza di Castrocaro, a Palazzo Pretorio come al Bastione San Martino di Terra del Sole e a Pieve Salutare. Dovunque una partecipazione numerosa e entusiasta, che ha raggiunto l'apice il 31 Agosto con il concerto finale del Corso durante il quale l'Orchestra Nuova Era, di 120 elementi, ha richiamato presso il Padiglione e attorno ai maxischermi, allestiti per l'occasione, un migliaio di spettatori.  

 

Una attività intensa, intervallata da qualche episodio avventuroso, ma sempre supportata dalla generosa disponibilità di tutte le associazioni locali e puntualmente ripagata dall'ottima riuscita dei concerti.

"Portare 20 arpe in Fortezza è stata una autentica avventura. - ricorda Enrico Allegri, Presidente di Castrocaro Classica - Grazie a tanti volontari sono stati trasportati a braccio 900 quintali di peso nel pomeriggio e 900 finito lo spettacolo, per un totale di quasi due tonnellate di strumenti, tra l'altro di altissimo valore economico ... però il risultato è stato indimenticabile per tutte le persone che hanno assistito al concerto."

Un ambito, quello della musica classica, che caratterizza sempre più la località termale "città della musica" e che rivela un potenziale turistico interessante, visto che per i soli partecipanti al Corso Marco Allegri, in costante crescita, si sono registrati più di 180 arrivi e quasi 1300 presenze.    

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 "Il nostro Comune - commenta l'Ass. alla Cultura e alla Musica Francesco Billi - ha nella musica classica uno dei suoi principali riferimenti culturali e turistici. Gli eventi nazionali che ospitiamo rappresentano una grande potenzialità del territorio poiché si rivolgono ai giovani e si prestano ad orizzonti internazionali. Si pensi quest'anno al coinvolgimento dei cantanti lirici giapponesi provenienti da Nagoya. Ma anche per la Rassegna abbiamo avuto adesioni da studenti della Mongolia e della Corea del Sud, diplomatisi in Italia. Quest'estate abbiamo sperimentato diverse soluzioni, cercando di arricchire il bagaglio di esperienza, a partire dalla logistica dei concerti. Ora abbiamo di fronte un anno per lavorare alla crescita globale di questo inestimabile patrimonio culturale: il successo di pubblico ottenuto e l'aiuto di tanti volontari rappresentano sicuramente un ulteriore incoraggiamento."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -