Castrocaro e Dovadola si confrontano con gli imprenditori

Castrocaro e Dovadola si confrontano con gli imprenditori

Con Essere in impresa, promosso da Confartigianato Forlì Cesena, il presidente della vallata del Montone e del Rabbi, Quinto Biondi assieme al funzionario Paolo Liverani, hanno accompagnato il vice sindaco di Dovadola Fausto Mancini e il sindaco di Castrocaro Terme e Terra del Sole Francesca Metri a visitare alcune aziende associate.


Protagonista a Dovadola il panificio di Lorenzo Biondi, che ha dapprima mostrato la propria l'azienda illustrando le fasi della produzione del pane, affrontando poi alcune problematiche che preoccupano imprenditori e cittadini del comune: in primis l'imminente chiusura, prevista per la fine dell'anno, della R.S.A., richiesta dall'ASL di Forlì, per ridurre i costi del comparto socio-assistenziale. A causa delle cospicue perdite finanziare annue nel settore, che ammontano a 500mila euro è stato, infatti, deciso di tagliare l'istituto di Dovadola, tuttavia, l'amministrazione comunale auspica di poterne affidare la gestione ai privati per evitare perdite di posti di lavoro e, soprattutto per rispondere alle esigenze degli ospiti della struttura. Altro tema caldo al centro dell'incontro è stato la volontà dell'amministrazione comunale di vendere, anche in questo caso a privati, la "casa del portuale", operazione però difficile dal punto di vista economico, poiché struttura difficilmente adattabile, che non attira possibili acquirenti. Successivamente è stato affrontato il tema dei giovani, molto caro all'imprenditore che coniuga l'attività di panificatore con la presidenza della squadra di calcio del Real Dovadola, dando vita a eventi di aggregazione legati allo sport, sempre molto partecipati, tuttavia nell'area scarseggiano punti di ritrovo, pertanto i ragazzi sono costretti, loro malgrado, soprattutto nel periodo estivo, a ritrovarsi in strada, provocando le lamentele dei residenti. Temi chiave per la vita del paese, dove gli imprenditori non hanno solo la sede della propria azienda, ma vivono assieme alle famiglie, parte integrante della comunità.


A Castrocaro Terme il sindaco Francesca Metri ha visitato l'azienda L.T.M. Sas dei fratelli Lombardi Fabrice e Federic Alessandro, una realtà felice nel panorama di crisi attuale. L'azienda produce tacchi in ferro di alta qualità e possiede una fetta importante di questo mercato, circa il 90%, un successo dovuto in gran parte alla precisione, alla qualità e alla genialità garantite dall'azienda, caratteristiche che nel settore della moda sono fondamentali. I due soci si avvalgono di tre dipendenti e di una collaboratrice familiare, Maria Lucia Paganelli, moglie di Federic. Il sindaco Metri è rimasta affascinata dalle spiegazioni sulla produzione dicendosi orgogliosa di avere aziende di questo livello nel territorio; corso del colloquio sono stati affrontati temi chiave per l'imprenditoria locale come ad esempio, l'annosa problematica della creazione di una zona artigianale nell'area comunale, situazione che le amministrazioni susseguitesi negli anni non sono riuscite a risolvere, ma che ora è necessario affrontare per trovare una soluzione realmente efficace.


L'Essere in impresa si conferma un'opportunità per le amministrazioni comunali per conoscere le aziende e confrontarsi sui temi chiave per l'economia, consentendo agli imprenditori di presentare le problematiche più urgenti per il rilancio del tessuto produttivo provinciale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -