Castrocaro, elezioni. Metri (Lega Nord): "Il Pd non rappresenta il nuovo"

Castrocaro, elezioni. Metri (Lega Nord): "Il Pd non rappresenta il nuovo"

Il responsabile degli Enti Locali della Lega Nord Romagna, Corrado Metri, in confronto dialettico a distanza con il coordinatore PD di Castrocaro, in merito ai risultati elettorali del comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, ha dichiarato:

«Capisco benissimo il coordinatore del PD di Castrocaro, è appena arrivato e si trova subito in mezzo ad una diatriba elettorale, così all'improvviso, senza avere avuto il tempo per acquisire le basi per tentare un'analisi credibile del voto, senza rischiare figure spiacevoli.»

 

«Il coordinatore PD rivendica orgogliosamente la verginità politica del suo partito -afferma Metri-, infatti lui, proveniente dal PRI-PRE, è entrato nel PD nato da poco, e, avendo il partito cambiato nome, non è confrontabile con sigle precedenti; credere a questa fantasia è un privilegio per pochi, ma tentare di propinare ad altri questa convinzione espone al ridicolo.»

«Cambiare nome ogni due anni non salvaguarda dai confronti elettorali con tornate precedenti -puntualizza il leghista castrocarese-, una volta il PD si chiamava PCI, poi PDS, DS, quindi Ulivo, facciamolo sapere ai nuovi dirigenti. Però, se il coordinatore di Castrocaro ritiene soddisfacente il suo risultato, identificandolo con la sua entrata in campo, per farsi merito dell'aumento percentuale (ma non di unità di voto) sono felice per lui, mi dispiace che non riesca a capire che cambiare nome non significa essere nuovi di zecca; gli unici che possono fregiarsi di questa caratteristica sono i Grillini, solo loro non sono confrontabili con formazioni precedenti. »

 

«Il coordinatore del PD -continua Metri- può permettersi qualsiasi battuta sull'attuale amministrazione, alla quale partecipa anche la Lega, ma purtroppo, per il concetto da lui affermato, che vuole il PD come un partito nuovo senza un passato, noi non possiamo imputargli i precedenti 10 disastrosi anni di conduzione amministrativa del nostro Comune da parte del centro-sinistra, anche se, in verità, i personaggi di allora sono gli stessi del PD di oggi. »

 

«Peccato che non esista più la scuola politica delle Frattocchie -punzecchia il responsabile della Lega-, sarebbe servita a far capire ai nuovi esponenti del nuovo partito che differenza passa fra una elezione provinciale, con un candidato locale, ed una regionale, di natura squisitamente politica, malauguratamente le Frattocchie erano di un partito ormai scomparso e dimenticato».

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Ognuno ha i suoi Metri di giudizio..... ma come non apprezzare la nostalgia del PCI...

  • Avatar anonimo di Lepidus
    Lepidus

    La principale attrazione di Castrocaro è il Conad aperto la domenica. Un po' pochino per cantare i successi di un'amministrazione di centrodestra...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -