Castrocaro: ladri di liquore al ristorante, quattro in manette

Castrocaro: ladri di liquore al ristorante, quattro in manette

Castrocaro: ladri di liquore al ristorante, quattro in manette

Travisati con cappellini e collant al volto, pensavano di sfuggire all'occhio delle telecamere di videosorveglianza messe da loro fuori per compiere un furto nella nottata tra mercoledì e giovedì di bottiglie di liquori ai danni del ristorante "Pigalle Park" di Castrocaro Terme. Ma la brillante attività investigativa dei Carabinieri delle stazioni di Rocca San Casciano e Castrocaro Terme ha permesso di incastrarli. In manette sono finite quattro persone, tra cui un minore.

 

Con l'accusa di flagranza di reato per furto aggravato e danneggiamento in concorso sono stati arrestati nell'ambito dell'operazione "Ladri di liquori" Antonio Trofino, 50enne originario della provincia di Chieti, ma residente a Castrocaro; il 22enne domenicano Willy Caceres Rodriguez, in regola con il permesso di soggiorno, ma senza un posso fisso di lavoro; Luca Barilari, 21enne nullafacente originario della provincia di Pesaro; ed il 15enne T.G., studente residente a Forlì.

 

La banda è entrata in azione tra l'1.30 e le 2 della nottata tra mercoledì e giovedì. Per evitare di esser immortalati dalle telecamere di videosorveglianza del ristorante hanno pensato di metterle fuori uso. Peccato per loro che queste avevano già ripreso quanto di utile ai Carabinieri ai fini delle indagini: il volto di Trofino, che fungeva da palo, e gli indumenti indossati dagli altri tre al momento del colpo.

 

Con l'ausilio di un martello e arnesi da scasso hanno infranto la vetrata dell'esercizio, facendo scattare l'allarme. Il tempo di rubare dodici bottiglie di liquore, che i balordi avevano già fatto perdere le loro tracce. Tutti ad eccezione di Trofino, fermato dagli uomini dell'Arma delle stazione di Rocca San Casciano. Il 50enne, non sapendo spiegare perché si trovasse nei pressi del "Pigalle Park", è stato portato presso la caserma dei Carabinieri della stazione di Castrocaro per chiarire la sua posizione.

 

I militari, visionando le immagini immortalate dalle telecamere, hanno così scoperto il coinvolgimento di Trofino. Nel corso della perquisizione domiciliare presso il residence dove il 50enne aveva alloggiava, i Carabinieri hanno trovato il bottino del colpo ed uno dei malviventi, il domenicano Caceres Rodriguez. Gli uomini dell'Arma, successivamente, sono riusciti ad identificare gli altri due responsabili. Dopo la convalida dell'arresto, sia Rodriguez che Barilari hanno deciso di patteggiare quattro mesi di reclusione, oltre ad una sanzione di un migliaio di euro. Per la struttura danni per 4mila euro. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -