Catania, litiga con la moglie. Poi le dà fuoco

Catania, litiga con la moglie. Poi le dà fuoco

Catania, litiga con la moglie. Poi le dà fuoco

CATANIA - Ha dato fuoco alla moglie dopo una violenta lite. Le fiamme lo hanno poi raggiunto, investendo anche i figli, un maschietto e una femmina di tre anni, che fortunatamente non hanno riportato gravi conseguenze. Autore del grave episodio, che si è consumato a Giarre, in provincia di Catania, un sottoufficiale dell'Aeronautica Militare di 36 anni. L'uomo si trova ricoverato in ospedale, dove è piantonato dai Carabinieri. La moglie, 31 anni, è in prognosi riservata.

 

Tutto è avvenuto giovedì mattina, intorno alle 8, nell'abitazione della coppia. E' stato un vicino di casa della coppia, che ha sentito le urla, ad avvisare i carabinieri chiamando il 112. Poi ha soccorso la donna che gli avrebbe detto "è stato mio marito...". L'uomo, interrogato dai carabinieri della compagnia di Giarre, ha ricostruito le frequenti liti, e la dinamica dell'accaduto.

I figlioletti della coppia, due gemelli, hanno riportato delle lievi ustioni alle mani per avere toccato oggetti resi incandescenti dal piccolo incendio che si è sviluppato nel loro appartamento, e anche perché la madre li avrebbe presi per mano per farli uscire di casa. La donna si trova ricoverata in condizioni critiche nel reparto grandi ustionati dell'ospedale Cannizzaro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -