Catania, preso l'uomo che ha ferito la studentessa

Catania, preso l'uomo che ha ferito la studentessa

Catania, preso l'uomo che ha ferito la studentessa

CATANIA - Preso il presunto sicario che giovedì mattina ha sparato ferendo gravemente una studentessa universitaria. Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un incensurato di 54 anni, R.R. le sue iniziali. L'obiettivo dell'agguato, legato a motivi personali e non a fatti collegati a Cosa Nostra, era Maurizio Gravino. Quest'ultimo era fuggito da Catania con una nipote dell'uomo che gli ha sparato, per vendicare l'onore familiare. La donna è infatti sposata.

 

Quando la coppia è tornata nella città etnea, Gravino avrebbe mantenuto atteggiamenti spavaldi e provocatori nei confronti dei familiari di lei. L'arrestato è incensurato, ma la sua famiglia non è estranea a un contesto mafioso. Fondamentali per le indagini, oltre alle immagini delle telecamere, anche gli elementi forniti agli inquirenti da studenti universitari che avevano assistito alla sparatoria in piazza Dante, di fronte alla sede della facoltà di Lettere.

 

Intanto restano gravi ma stazionarie le condizioni di salute della studentessa, la 34enne Laura Salafia. Il proiettile vagante l'ha colpita al collo procurandole delle lesioni importanti alla seconda e alla terza vertebra cervicale. La donna è ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi con la prognosi riservata. Laura, prossima alla laurea, aveva finito di sostenere l'esame di Spagnolo, ottenendo il voto massimo: 30 e lode.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -