Cattolica, chiuso il Centro per l'impiego. La Provincia: "Colpa della convezione"

Cattolica, chiuso il Centro per l'impiego. La Provincia: "Colpa della convezione"

Cattolica, chiuso il Centro per l'impiego. La Provincia: "Colpa della convezione"

RIMINI - "La chiusura temporanea del Centro per l'impiego di Cattolica non è la conseguenza di una scelta della Provincia di Rimini. Essa dipende dalle difficoltà operative riscontrate nella gestione sinergica dei servizi, dovute al non più ottemperato rispetto degli impegni di collaborazione gestionale da parte del Comune cattolichino a partire dalla scorsa estate", lo precisa una nota della Provincia di Rimini.

 

La sede decentrata del CPI di Riccione nel comune di Cattolica è stata aperta in virtù di una convenzione tra la Provincia e il Comune di Cattolica che prevedeva, così come negli altri Comuni, una serie di impegni reciproci e stringenti, tra i quali la disponibilità da parte dell'Amministrazione Comunale ad affiancare, nell'attività di sportello, gli operatori del CPI con propri operatori. Tale affiancamento è venuto meno già dal luglio 2010, e pur consapevoli delle difficoltà in cui versa l'amministrazione comunale, in queste condizioni la Provincia non è più in grado di garantire quella qualità necessaria allo svolgimento di un servizio molto delicato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle altre sedi decentrate (Santarcangelo, Bellaria, Morciano) non è mai venuto meno l'impegno dei Comuni o, come nel caso di Morciano, dell'Unione Valconca, a fornire pacchetti di ore di informazione, condizione prevista dalle relative convenzioni: una condizione fondamentale perché la presenza di un numero adeguato di operatori è garanzia di qualità e di minor disagio per gli utenti. Quindi conclude la Provincia: "Allorché la prossima Amministrazione cattolichina ripristinerà le condizioni della convenzione, così come accade in tutti gli altri Comuni sede di CPI, la struttura potrà riaprire i battenti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -