Cattolica, è in arrivo il nuovo ecografo per 4mila visite senologiche all'anno

Cattolica, è in arrivo il nuovo ecografo per 4mila visite senologiche all'anno

CATTOLICA - L'apparecchiatura è già in funzione nell'unità di oncologia dell'ospedale di Cattolica. e permetterà una migliore qualità delle immagini e precisione. Il nuovo ecografo, del costo di 33 mila seicento euro e finanziato con fondi Ior e derivanti dalla ricerca effettuata dall'unità operativa di oncologia, va a sostituirne uno che era stato a sua volta donato dallo Ior. Oggi è stata presentata la nuova acquisizione.

 

"Ora abbiamo a disposizione un ecografo 'da Formula Uno'" dice Romeo Giannei direttore medico del presidio ospedaliero di Riccione-Cattolica. "Funziona ad ultrasuoni su calcoli in tempo reale - spiega il senologo Giorgio Battistoni - utilizza modelli dinamici di anatomia e fisica che consentono di tenere conto della realtà dei diversi tipi di corporatura esaminati".

 

Giorgio Battistoni ricorda tra l'altro che "dal '93 sono stati tre gli ecografi donati dallo Ior", e che "a Cattolica, ogni anno, vengono effettuate circa 4mila visite senologiche e altrettante ecografie mammarie con una novantina di noduli e una trentina le lesioni cancerose individuate ogni anno".

"La nuova apparecchiatura - spiega - è dotato di uno schermo più grande e con immagini più nitide, ci consentirà un ancora maggior discernimento rispetto alla natura delle lesioni oncologiche, anche in signore più giovani con seno più denso, e per le quali quindi la diagnosi richiede più accuratezza. Grazie a ciò arriveremo all'intervento chirurgico in maniera più appropriata, specie rispetto alle lesioni benigne".

 

 

"Rispetto alla precedente generazione tecnologica vanta un miglioramento della qualità dell'immagine di oltre il 50 per cento, potrà essere in futuro implementato con la tecnica delle analisi tridimensionali. Non esistono, pazienti uguali e, in campo clinico, questa variabile è fondamentale. La realtà dei pazienti di oggi rende più difficile trovare la giusta immagine da cui dipende direttamente la giusta analisi e decisione clinica. Inoltre l'apparecchio consente di acquisire immagini più rapidamente; ottenerne uniformità senza precedenti, dalla zona prossimale a quella profonda".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -