Cattolica, foto-ricatto ad imprenditore. Due giovani finiscono ai domiciliari

Cattolica, foto-ricatto ad imprenditore. Due giovani finiscono ai domiciliari

CATTOLICA - Pretendevano 15mila euro da un imprenditore per non pubblicare alcune foto osè. Due giovani stranieri, una moldava di 18 anni ed un romeno di 21 anni, residenti a Cattolica, si trovano ora agli arresti domiciliari. Tutto ha avuto inizio quando il 21enne aveva richiesto la scorsa estate all'imprenditore di rilasciargli un patentino per continuare a lavorare nel campo dell'edilizia. Ma il datore di lavoro si è rifiutato, decidendo anche di non pagare alcuni lavori.

 

Un giorno il giovane straniero ha trovato nel furgone della ditta una chiave usb dove c'erano alcune foto compromettenti che immortalavano l'imprenditore e la moglie in atteggiamenti molto spinti. A quel punto il 21enne, insieme alla fidanzata moldava, aveva deciso di ricattare il datore di lavoro, minacciandolo inizialmente con una serie di lettere anonime. Aveva chiesto una somma di 15mila euro per evitare la pubblicazione delle immagini.

 

Il moldavo, non ricevendo risposte dall'imprenditore, ha deciso di telefonargli per fissare un appuntamento con la scusa che doveva ricevere dall'azienda dei pagamenti. All'incontro con il datore di lavoro il giovane muratore ha mostrato all'ex datore di lavoro le immagini. Da 15mila la somma è scesa a 300 euro più il patentino. A quel punto l'impresario ha promesso al giovane che avrebbe lasciato nella buchetta della posta una busta con i soldi e l'attestato.

 

Quando la fidanzata del romeno si è presentata per ritirare la busta ha trovato all'esterno i Carabinieri. I due giovani ricattatori sono stati arrestati. Il giudice ha disposto gli arresti domiciliari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -