Cattolica, inaugura la nuova darsena: un volano per lo sviluppo

Cattolica, inaugura la nuova darsena: un volano per lo sviluppo

Cattolica, inaugura la nuova darsena: un volano per lo sviluppo

CATTOLICA - Sarà il Senatore Mario Mantovani, Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, ad inaugurare sabato 21 giugno la nuova darsena di Cattolica. Una nuova importante infrastruttura per lo sviluppo turistico. Ci saranno autorità di vertice del mondo nazionale della nautica e tutti i principali esponenti del distretto nautico riminese, uno dei principali sullo scenario italiano, europeo e mondiale grazie alla presenza di Ferreti Group.

 

LA NAUTICA IN PROVINCIA DI RIMINI

La nuova darsena di Cattolica si aggiunge fra gli ingredienti che compongono un distretto della nautica che nella Provincia di Rimini rappresenta un solido elemento del sistema economico del territorio.

In questo contesto, il polo maggiormente attrattivo, anche se "di misura", risulta essere quello della Valmarecchia con 26 sedi di impresa attiva su un totale di 50, di cui 19 nel comune di Rimini, mentre nel Valconca e Marano spicca il comune di Cattolica con 12; la categoria più consistente è costituita da "Costruzione e riparazione di imbarcazioni da diporto e sportive" con 34 sedi di impresa attiva su un totale di 50. Per ciò che riguarda le Unità locali, la totalità di esse ha la sede d'impresa in provincia; per ciò che concerne, inoltre, le imprese artigiane, esse costituiscono praticamente i 3/4 delle imprese totali (38 su 50) con la maggioranza costituita dalle imprese individuali (21 su 38). Oggi l'industria che si può considerare tra i leader a livello mondiale nel settore della nautica è rappresentata dal Gruppo Ferretti che ha sede legale proprio nel comune di Cattolica.

Un porto turistico non si presenta solo come un'attività economica capace di produrre direttamente ricchezza e lavoro, ma nella sua funzione più vasta di supporto all'economia e allo sviluppo sociale del territorio. Basti pensare che circa il 10% del valore della barca viene speso annualmente sul territorio.

 

LA NAUTICA IN EMILIA ROMAGNA

La Regione Emilia-Emilia Romagna è ben posizionata quanto a presenza di imprese rispetto al territorio nazionale.

Secondo l'ultima analisi di mercato ‘La Nautica in cifre' di UCINA, la regione è al 7° posto con 4.415 unità da diporto iscritte negli uffici marittimi, un passo dietro al Veneto (4.593) e alla Sicilia (4.579). Per numero di aziende l'Emilia Romagna rappresenta (8,8% ) la quinta regione, mentre la percentuale di addetti all'opera (16,7%) la vede dietro solo al Piemonte.

 

"L'inaugurazione della nuova darsena di Marina di Cattolica - spiega Luciano Serra, Presidente Assonat (Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici) -  rappresenta un ulteriore passo in avanti della portualità turistica italiana.

Crescita questa indispensabile per supportare il settore della nautica nel suo complesso ed il turismo nazionale quale risorsa strategica del paese.

Proprio tali strutture, caratterizzate dalla presenza dei migliori servizi che una località turistica deve offrire, uniti al rispetto ambientale, sono le prerogative che ogni porto turistico del presente e del futuro.

L'ASSONAT (Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici) da una parte continuerà a impegnarsi per diffondere tra gli operatori questa cultura del fare e dall'altra a sostenere le iniziative chiedendo al governo di non dar corso all'aumento indiscriminato dei canoni concessori, di applicare l'I.V.A. alle strutture portuali al pari di quella prevista per quelle turistico ricettive, di determinare la durata delle concessioni in base agli investimenti da effettuare e di valutare il loro rinnovo su quelli realizzati nel corso degli anni.

Il tutto per mantenere un possibile confronto con gli altri operatori europei e per garantire un corretto sviluppo del comparto.

Dunque un grazie sentito ai promotori della Marina di Cattolica che hanno voluto cogliere l'occasione della sua inaugurazione per aprire un dibattito anche sul Codice della Navigazione e relativo Regolamento di Attuazione, che evidenzia quanto bisogno ci sia di stare al passo con i tempi per dare risposte a tutti gli operatori del settore, siano essi diportisti o professionisti ma comunque entrambi fonte di crescita economica".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -