Cattolica: rapinarono in banca con lesioni, fermati due giovanissimi a Napoli

Cattolica: rapinarono in banca con lesioni, fermati due giovanissimi a Napoli

Cattolica: rapinarono in banca con lesioni, fermati due giovanissimi a Napoli

RIMINI - Sono state fermate con un decreto firmato dal sostituto procuratore della Repubblica di Rimini, Paolo Gengarelli, due giovani napoletani accusati di rapina aggravata e lesioni in relazione ad una rapina avvenuta il 3 luglio scorso in via Dante a Cattolica. Si tratta di due giovanissimi rapinatori, uno di 25 anni (con alcuni precedenti) e l'altro di 19 (incensurato). Durante la rapina era stato derubato un anziano dell'orologio dal valore di 5mila euro provocandogli anche lesioni.

 

La rapina nell'istituto di credito, operata a volto scoperto, ha subito fatto scattare le indagini che hanno portato all'individuazione immediata dello scooter sul quale viaggiavano i due malviventi. Da questo particolare, arricchito da testimonianze e altri accorgimenti tecnici, si è riusciti ad individuare l'esatta identità dei due rapinatori.

 

Le indagini hanno poi indotto il sostituto procuratore Gengarelli ad emettere il provvedimento di fermo di indiziato di reato per effetto del sospetto che uno dei due fosse intenzionato a compiere altre "trasferte" simili a quella cattolichina. Attualmente i due sono detenuti presso il carcere di Poggioreale, a Napoli. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -