CATTOLICA - Sanità, chiuso il master di chirurgia della spalla

CATTOLICA - Sanità, chiuso il master di chirurgia della spalla

RIMINI - Si conclude ufficialmente giovedì 8 febbraio, con una solenne cerimonia all’istituto Rizzoli di Bologna, il master di Chirurgia alla spalla svoltosi all’ospedale Cervesi di Cattolica, in collaborazione tra la locale Azienda Usl e l’Università di Bologna.

Nel pomeriggio di giovedì, a partire dalle ore 15, i 22 studenti che hanno seguito il master, sotto la guida del dottor Giuseppe Porcellini e dei suoi collaboratori, nonché i numerosi e prestigiosi invitati all’evento, ascolteranno una conferenza su “Stato dell’arte per la chirurgia della spalla” a cura del dottor Porcellini, dopo un’introduzione del professo Sandro Giannini. Riceveranno quindi gli attestati del master ed un riconoscimento da parte dei docenti.

La cerimonia rappresenterà anche l’apertura ufficiale del nuovo master, che si svolgerà nel 2007 sempre all’ospedale di Cattolica, e che coinvolgerà altri 18 studenti.


Al di là della valenza accademica dell’evento, si coglie l’occasione per sottolineare i risultati che, nel 2006, sono stati conseguiti dal dottor Porcellini e dalla sua equipe, composta dai dottori Paolo Paladini, Fabrizio Campi, Giovanni Merolla e Francesco Fauci.

Nel corso dell’anno al Cervesi sono stati effettuati circa 900 interventi di chirurgia ortopedica della spalla. Di questi, circa 600 hanno riguardato lesioni del tendine, il 10 per cento traumi all’arto, il 20 per cento applicazioni di protesi.

Sempre nel corso del 2006 sono state circa seimila le persone viste a livello ambulatoriale, e ogni settimana sono 30 i pazienti che fruiscono di una “prima visita”, inviati dal Cup, cui si aggiungono le visite di controllo e i pazienti che giungono da altre realtà. Quindi l’attività di fisioterapia, per la quale è stata tra l’altro realizzata una piscina all’interno del Cervesi.

Di primo piano anche l’attività accademica che si è svolta a Cattolica: incontri e seminari che hanno visto partecipare, tra gli altri, il professor Gilles Walch e il professor Ralph Hertel, mentre il professor Nicola Maffulli è venuto da Londra per operare insieme al dottor Porcellini, utilizzando un innovativo “gel di piastrine” per facilitare la ripresa del nervo oggetto di intervento chirurgico.

Una realtà, quella cattolichina, che nel 2006 si è ulteriormente qualificata con l’avvio della Chirurgia del Ginocchio attraverso una collaborazione con gli Istituti Ortopedici Rizzoli, e che si inserisce nell’offerta di prestazioni ortopediche di alto livello dell’Azienda Usl, erogata, oltre che dal Cervesi, dalle unità operative di Ortopedia degli ospedali Ceccarini di Riccione e Infermi di Rimini.


Commenta il presidente di Uniturim Luciano Chicchi: “Credo che il Master sulle Patologie della Spalla sia un grosso progetto formativo e scientifico che qualifica il Polo Universitario di Rimini e l’intera USL di Rimini. E’ infatti l’unico Master di II livello che può vantare la nostra sede universitaria e richiama operatori specialisti da tutta Italia e dall’Europa. Una particolare menzione mi sento di farla per la città e l’ospedale di Cattolica che fin dall’inizio ha messo a disposizione del Master tutte le proprie strutture e le apparecchiature più avanzate. In definitiva ritengo che i risultati raggiunti dal Prof. Porcellini siano i massimi auspicabili”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il direttore generale dell’Ausl Marcello Tonini argomenta che “l’unità operativa di Chirurgia della spalla è stata quella che ha dato il maggior slancio all’ospedale di Cattolica, contribuendo alla rinascita di quella struttura e alla qualificazione del Cervesi stesso e di tutta l’Ausl. Un plauso particolare va, in questo senso, al dottor Porcellini, e un ringraziamento a tutti gli attori che hanno contribuito a tale risultato”

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -