Cattolica: venerdì il primo incontro della nuova rassegna di "Scientificamente"

Cattolica: venerdì il primo incontro della nuova rassegna di "Scientificamente"

CATTOLICA - Domani, venerdì 5 marzo, alle ore 21, presso il Centro Culturale Polivalente di Cattolica, si terrà il primo incontro della nuova rassegna di "Scientificamente. Dialoghi di scienza". Ad aprire il ciclo di conferenze sarà Lucia Votano, direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, che affronterà il tema: "A caccia di particelle sotto la montagna. Le ricerche di fisica nei laboratorio sotto il Gran Sasso".

I Laboratori del Gran Sasso (LNGS) dell'INFN sono un'infrastruttura di ricerca unica al mondo e il Laboratorio sotterraneo più avanzato per estensione, complessità e completezza d'impianti. I 1400 m. di roccia che sovrastano i Laboratori costituiscono una copertura tale da consentire la rivelazione di segnali deboli o rari provenienti dal cosmo o dagli acceleratori di particelle del CERN di Ginevra. Circa 750 scienziati provenienti da tutto il mondo cercano con i loro esperimenti di capire l'intima natura dei neutrini, di svelare il mistero della materia oscura dell'Universo e di trovare la spiegazione dell'assenza dell'antimateria nell'universo.

LUCIA VOTANO si è laureata con 110 e lode in fisica nel 1971 all'Università La Sapienza di Roma e ha intrapreso la sua carriera scientifica all'interno dei Laboratori Nazionali di Frascati dell'INFN nel 1976. E' stata promossa primo ricercatore nel 1988 e direttore di ricerca nel 2000. Ha ricoperto per due mandati l'incarico di Direttore della Divisione Ricerca dei Laboratori Nazionali di Frascati dell' INFN.

Ha partecipato alla realizzazione di importanti esperimenti di fisica delle particelle elementari al CERN - l'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle, situato al confine fra Svizzera e Francia, al laboratorio DESY a Amburgo in Germania e di esperimenti di fisica astro particellare al Laboratorio del Gran Sasso dell'INFN. E' stata inoltre Professore incaricato di Fisica Generale presso l'Università di Urbino. Attualmente è membro del SAC (Scientific Advisory Committee) per il coordinamento europeo della fisica astro particellare (ApPEC) e ha fatto parte del comitato per la roadmap di ASPERA che ha delineato in un rapporto il futuro della ricerca astro particellare in Europa.

E' coautore di più di 290 articoli scientifici pubblicati su Riviste Internazionali.

Le sono stati conferiti i seguenti premi: ottobre 2009 Premio Calabria; novembre 2009 Premio internazionale NordSud (conferito dalla Fondazione Pescarabruzzo per le scienze esatte e naturali); novembre 2009 Premio Minerva per la carriera scientifica. Prestigioso (premio fondato da Anna Maria Mammoliti nel 1982/1983, insieme al Club delle donne. Un riconoscimento che mira a far emergere le Intelligenze Femminili e che viene definito, proprio dalla sua stessa creatrice, "La Holding dei Saperi", la punta dell'iceberg della Multinazionale delle Intelligenze Femminili).

Gli altri appuntamenti della rassegna:

Venerdì 12 marzo, Federica G. Pannacciulli del Marine Environment
Research Centre, ENEA, affronterà il tema:  "Elogio della
(bio)diversità. Nell'Anno Internazionale della Biodiversità proclamato
dall'Onu";

Venerdì 19 marzo, Federico Brunetti del Politecnico Milano, affronterà
il tema: "Gli anelli del sapere. Viaggio per immagini negli
accelleratori di LHC al CERN di Ginevra";

Venerdì 26 marzo, Giorgio Dieci dell' Universita' di Parma, affronterà
il tema: "Benvenuti nel nuovo mondo dell'RNA. Non c'è solo il DNA nel
futuro della Biologia".

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -