Celiachìa, a Cesena in aumento i bambini intolleranti al glutine

Celiachìa, a Cesena in aumento i bambini intolleranti al glutine

Celiachìa, a Cesena in aumento i bambini intolleranti al glutine

CESENA - Sono purtroppo in aumento i bambini affetti da celiachia. Dai dati forniti dalla Pediatria di Comunità, i minorenni intolleranti al glutine nel cesenate sono 139. In particolare, nel 2007, in particolare, sono state 20 le nuove diagnosi pediatriche di celiachia nell'Azienda USL di Cesena. Ciò significa che uno su 228 dei giovani cesenati è sicuramente celiaco (pari allo 0,43%), percentuale comunque di poco inferiore alla media internazionale (0,5%).

 

Nel 1999, anno di inizio della rilevazione di questa patologia, i celiaci cesenati noti in età 0-18 anni erano 88, e negli ultimi anni il dato è salito di anno in anno (122 nel 2004, 125 nel 2005, 133 nel 2006).

 

"L'aumento del numero di persone affette da intolleranza al glutine - spiega il Dott. Paolo Faberi, medico della Pediatria di Comunità dell'Ausl di Cesena e coordinatore del Progetto Follow Up Celiachia - è in costante crescita in tutto il mondo, soprattutto per una maggiore attenzione dei medici a questo problema e per la relativa facilità con cui è oggi possibile fare la diagnosi".  "Anche se, in realtà - continua Faberi - ancora oggi sono molti i celiaci, soprattutto adulti, che non sanno di esserlo. Solo una piccola parte di pazienti infatti presenta i sintomi gastrointestinali (diarrea, vomito, dolore addominale) che in passato erano  ritenuti segni caratteristici della malattia; oggi sappiamo che la malattia può presentarsi anche con sintomi molto diversi (disturbi della crescita, anemia persistente, disturbi tiroidei, epatici, della fertilità, malattie autoimmuni in genere,..). In alcuni casi, i disturbi sono molto sfumati e poco appariscenti. Purtroppo un soggetto celiaco che non sa di esserlo e quindi non segue una dieta priva di glutine, va incontro nel tempo ad un rischio aumentato di altre patologie. Il mondo pediatrico - conclude il Dott. Faberi - è tradizionalmente molto interessato a questa malattia ed alle modalità per individuare gli affetti e rispondere ai loro problemi".

  

E proprio per facilitare il percorso assistenziale dei ragazzi celiaci e delle loro famiglie, portando l'assistenza direttamente nell'ambulatorio del pediatra di famiglia, l'Ausl di Cesena ha dato il via nel 2007 al "Progetto Follow Up Celiachia", che coinvolge circa un centinaia di famiglie cesenati con figli minorenni celiaci.

 

Il progetto, coordinato dalla Pediatria di Comunità dell'Ausl di Cesena insieme all'Unità Operativa Pediatria del Bufalini e ai Pediatri di Famiglia, garantisce una assistenza integrata ai minori con celiachia consentendo di seguire il percorso assistenziale di ogni singolo ragazzo intollerante al glutine, individuare eventuali problemi, e cercare le soluzioni adeguate insieme al pediatra curante ed ai colleghi ospedalieri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -