Centrali nucleari, l'assessore Zanichelli: "Non le faranno con l'esercito"

Centrali nucleari, l'assessore Zanichelli: "Non le faranno con l'esercito"

Centrali nucleari, l'assessore Zanichelli: "Non le faranno con l'esercito"

BOLOGNA - "In Italia le centrali non si costruiscono con i Carabinieri". E' il messaggio per il Governo che Lino Zanichelli, assessore all'Ambiente e allo Sviluppo sostenibile della Regione Emilia-Romagna, manda da Bologna. "Se si pensa di realizzare il nucleare con i Carabinieri o  l'esercito- dichiara Zanichelli- l'Italia e' un paese che per storia e cultura queste cose non le accettera' sicuramente", ribadisce l'assessore.

 

Sulla possibilita' di riaprire centrali sul territorio italiano "non c'e' stato il minimo dialogo", con la creazione di "un enorme conflitto che alla fine non ci dara' ne' il nucleare ne' probabilmente una strategia di politiche energetiche avanzate, di cui in questo momento abbiamo bisogno". L'esempio contrario, per l'assessore regionale, e' quello dell'Alta velocita' nella valle padana: "Un intervento infrastrutturale pesante, ma concertato chilometro per chilometro".

 

In merito al nucleare, invece, "perche' non si vuol dire dove si faranno le centrali prima delle  elezioni?", chiede Zanichelli ricordando i "no" (anche bipartisan) sollevatisi da piu' parti d'Italia. L'idea del Governo, per Zanichelli, e' quella di "bypassare il momento" e piu' avanti "fare qualche forzatura".

 

Roberto Mezzanotte, ex direttore del dipartimento Nucleare, rischio tecnologico ed industriale  dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca Ambientale (Ispra), sottolinea che "molti vedono nella quarta generazione una sorta di messia che verra' a risolvere tutti i problemi del nucleare, ci sara' da chiedersi se e' davvero cosi'". Vasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna,  ribadisce la contrarieta' di viale Aldo Moro attraverso l'editoriale della rivista. Il Governo "sta cercando di accreditare l'immagine di un facile ritorno al nucleare", scrive Errani, ma "non c'e' nulla di piu' sbagliato e dannoso per il Paese, sotto il profilo ambientale e dei costi economici".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -