Cervia, a Natale tutti più attenti alla linea con gli sport 'natalizi'

Cervia, a Natale tutti più attenti alla linea con gli sport 'natalizi'

Cervia, a Natale tutti più attenti alla linea con gli sport 'natalizi'

CERVIA - Natale, si sa è periodo disastroso per la forma fisica. Pranzi e delizie tipiche del Natale sono un attacco a tutti i buoni propositi  di mantenersi in linea.  A Cervia però  oltre che alla gola si pensa anche alla linea ed ecco alcune proposte per divertirsi facendo movimento e praticare sport in allegria. Oltre alle passeggiate a piedi e in bicicletta,  al  jogging sulla spiaggia e nella pineta  secolare,   la città ha pensato di offrire anche opportunità  un po' particolari.

 

La pista del ghiaccio,  attiva da dicembre fino a fine febbraio offre occasione per praticare uno sport particolare e caratteristico delle località  non proprio di mare; ma si sa,  anche l'originalità è caratteristica cervese.  E' in effetti  singolare trovare al mare una pista di pattinaggio sul ghiaccio, ma si può dire senza timore di essere smentiti che l'idea è piaciuta e  che da anni e anni durante  il periodo invernale la pista viene montata in Piazza Garibaldi  ed è frequentatissima.  Aperta tutti i giorni, offre a tutti,  dagli adulti ai  giovanissimi, l'occasione per divertirsi e al tempo stesso tenere sotto controllo l'apporto calorico del periodo natalizio.

 

 E' inoltre teatro di spettacoli e manifestazioni. Proprio sulla pista di pattinaggio il pomeriggio del giorno di Natale arriveranno una serie di Babbi Natale  per volteggiare  ed esibirsi in pista. Entreranno in piazza ( tempo permettendo) a cavallo di moto piuttosto singolari per poi trattenersi sulla pista ed allietare il pubblico del 25 dicembre.

 

E se non basta il pattinaggio? Si può smaltire una buona  quota di calorie  anche il giorno di Santo Stefano e in un modo particolare, come si addice alla migliore tradizione cervese. Il 26 dicembre infatti tutti in canoa per il Trofeo di Santo Stefano.  Si va a pagaiare lungo i canali cervesi per passare dalla torre San Michele al canalino di Milano Marittima attraverso il canale circondariale della saline, per ripercorrere  le antiche  vie d'acqua cervesi del trasporto del sale.

 

Questo il tragitto che i temerari della canoa fanno da oltre 20  anni nel giorno di Santo Stefano per smaltire i cappelletti   "trangugiati"   durante il tradizionale  pranzo di natale.  La prima edizione del trofeo Rinaldo Giani, del 1988   venne vinta da Josefa Idem, allora una sconosciuta  ragazza bionda dalla grande passione, oggi   la  grande  campionessa mondiale  di canottaggio che tutti conosciamo. 

 

Appuntamento quindi la mattina del 26 dicembre  alle ore 10.30  presso lo  squero del magazzino darsena per  le ultime iscrizioni e per scendere in acqua.  La partenza avverrà  nel  canale del porto all'altezza della  torre San Michele, l'arrivo sarà  al Club Canoa Kayak in Via Jelenia Gora a Milano Marittima.  Naturalmente qui non mancheranno bevande calde e.... per non perdere l'occasione di  festeggiare con  cibo di tradizionale e stuzzicante, la premiazione del vincitore avverrà alla Casa delle Aie fra pasta e fagioli e un buon bicchiere di Sangiovese. Per iscriversi alla gara prendere contatti con il Club Canoa kayak Tel. 333 9949985, canoecervia@email.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -