Cervia, abusivi sotto controllo: scatta la nuova ordinanza

Cervia, abusivi sotto controllo: scatta la nuova ordinanza

Cervia, abusivi sotto controllo: scatta la nuova ordinanza

CERVIA - Venditori abusivi, la vita ora è più difficile. È entrata infatti in vigore l'ordinanza n. 325 "Disposizioni inerenti la sicurezza urbana, il decoro e il divieto di vendita abusiva e sua facilitazione nelle sue varie forme", in sostituzione della n. 249 del 2 luglio 2010. L'ordinanza vieta "il trasporto e la detenzione di borsoni, sacchi o involucri di cartone che possano essere inequivocabilmente riconducibili alla vendita illegale di prodotti" in gran parte del territorio cervese.

 

Richiamando la delibera di giunta n. 17 del 18/4/2000 che inibisce il commercio itinerante in tutto il territorio comunale, l'ordinanza entrata in vigore ieri specifica che nelle aree di piazza della Resistenza, piazza XXV Aprile, viale Roma, piazza Costa, piazzale Artusi, piazza Garibaldi e zone limitrofe, area Conad via Caduti per la Libertà, Pinarella Centro commerciale e zone limitrofe, area Conad Pinarella via Platone, Tagliata centro commerciale, incrocio SS 16/via Martiri Fantini-SP 254, viale Gramsci e Traverse, viale Matteotti e Traverse dalla Settima Traversa a piazzale Primo Maggio, viale Romagna e area compresa al suo interno, "è vietato il trasporto e la detenzione di contenitori quali borsoni, sacchi, involucri di cartone o altro materiale che, per circostanza di tempo e di luogo e per la condotta dei possessori, siano inequivocabilmente riconducibili alla vendita illegale dei prodotti ivi riposti; la vendita di modesto valore e l'attività sempre abusiva di facilitazione nel parcheggio dei veicoli;

che a far data dal giorno successivo a quello di adozione del presente provvedimento nelle zone ove già è inibito in maniera assoluta il commercio itinerante è vietato avvicinarsi ai clienti seduti ai tavoli dei ristoranti infastidendoli oppure provocando disagi ed imbarazzi mediante offerte di acquisto non legittime".

 

"L'ordinanza n. 325 - spiegano gli assessori alla Sicurezza Gianni Grandu e al Volontariato Alberto Donati - si è resa necessaria per chiarire meglio le intenzioni dell'amministrazione comunale che non vuole assolutamente colpire le persone in forte difficoltà - coerentemente con la visione solidale che l'amministrazione comunale a sempre dimostrato negli anni -, ma intende contrastare quel fenomeno sempre più diffuso in certe zone del territorio che vede alcuni soggetti che, con insistenza, avvicinano le persone per vendere fiori, prodotti, giochi e gadget di scarsa qualità, spesso anche non conformi alle norme di igiene e sicurezza, oppure nei parcheggi, dove persone che si improvvisano parcheggiatori chiedono soldi a chi lascia le auto in sosta. L'ordinanza intende essere uno strumento dato alle Forze dell'ordine per fare prevenzione e scoraggiare quindi la presenza di venditori abusivi. Abbiamo accolto la richiesta della Consulta del Volontariato e delle persone più sensibili ai temi della solidarietà e dell'aiuto agli ultimi a specificare meglio, nel dettaglio, la volontà di contrastare il degrado ambientale e urbano".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -