Cervia, abusivismo commerciale. Confesercenti: "Il problema ora è la sera"

Cervia, abusivismo commerciale. Confesercenti: "Il problema ora è la sera"

Cervia, abusivismo commerciale. Confesercenti: "Il problema ora è la sera"

CERVIA - "Devo prendere atto che la lotta all'abusivismo commerciale sta procedendo in tutto il territorio comunale sulla base del protocollo d'intesa a suo tempo sottoscritto. Vi sono però alcuni aspetti che vanno ulteriormente affinati, soprattutto per quanto riguarda la presenza di abusivi nelle ore serali presenti nei nostri centri commerciali naturali, come nell'area pedonale di Milano Marittima". Lo ha detto Roberta Penso, presidente di Confesercenti Cervia in merito al fenomeno dell'abusivismo commerciale.

 

"Proprio ieri sera alcuni associati mi hanno fatto rilevare che nell'area pedonale del centro di Milano Marittima erano presenti 37 soggetti non autorizzati intenti a vendere oggetti di vario tipo. Nel centro storico di Cervia, compresa l'area di viale Roma, erano almeno 10. Al di là del numero, pur rilevante, salta all'occhio un territorio invaso, lasciato un po' a se stesso, in balia di chi può fare quello che gli pare senza controlli".

 

"Questi soggetti - dice Confesercenti tramite la sua presidente - propongono giochi di vario tipo, rose, palloncini, macchinine elettriche, aggeggi che vengono lanciati in aria e si illuminano, oltre agli immancabili cappellini. Alcuni di questi allestiscono banchetti improvvisati, ostruendo il deflusso della passeggiata e altri si muovono al centro della strada andando incontro alle persone. A questi vanno aggiunti quelli che vendono megafoni o strumenti che producono rumori molesti, sia in strada, sia di fronte agli alberghi soprattutto al rientro dei clienti nelle ore notturne!"

 

"Alcune imprese che associamo, proprio in questi territori ci hanno rappresentato tutta la loro amarezza, poiché oltre all'aspetto della concorrenza sleale, vi è soprattutto quello della pessima immagine che viene diffusa ai turisti che si sentono continuamente vessati e importunati dalle richieste di acquisto e, fatto non trascurabile, anche dalla sicurezza dei giochi venduti che in molti casi è stato rilevato non abbiano le conformità obbligatorie. Pertanto chiedo espressamente un intervento straordinario alle forze dell'ordine nei centri commerciali per poter liberare i luoghi delle passeggiate serali dal continuo disturbo della tentata vendita di questi soggetti non autorizzati."

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -