Cervia, agli arresti domiciliari organizzava la prostituzione della moglie. Arrestato

Cervia, agli arresti domiciliari organizzava la prostituzione della moglie. Arrestato

Cervia, agli arresti domiciliari organizzava la prostituzione della moglie. Arrestato

CERVIA - Costretto agli arresti domiciliari per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, si occupava di prendere gli appuntamenti della moglie, una bulgara di 31 anni già nota alle forze dell'ordine, e di una connazionale di 19. Un 42enne di nazionalità romena, che stava scontando la pena inflittagli dal tribunale di Reggio Emilia di un anno e quattro mesi, è stato arrestato il 12 gennaio scorso dai Carabinieri della Compagnia di Cervia e Milano Marittima.

 

L'individuo, G.C.D., è stato sorpreso dai militari mentre stava parlando con un suo conoscente nel retro dell'abitazione. Cosa non consentita in regime di arresti domiciliari. Pertanto per lo straniero si è aggiunta oltre all'accusa di favoreggiamento della prostituzione anche quella di evasione. L'arresto è stato effettuato nel corso di un servizio di controllo a Lido di Classe. I militari si sono presentati nell'abitazione di via Verrazzano per verificare la presenza in casa del romeno.

 

Ad aprire la porta una donna svestita, identificata poi nella moglie di G.C.D.. La giovane ha riferito che il marito era nel retro dell'abitazione. Subito è balzato agli occhi degli uomini dell'Arma la presenza di un uomo che si stava rivestendo, il quale ha ammesso che si trovava in casa per consumare una prestazione sessuale con la bulgara. Dietro una tenda che divideva l'angolo cottura con il corridoio era presente sul letto una romena di 19 anni in mutande e canottiera.

 

Nel retro dell'abitazione intanto il 42enne stava parlando con un conoscente. Per l'uomo sono quindi scattate le manette per evasione e favoreggiamento della prostituzione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -