Cervia, al Museo del Sale una mostra sulle pinete

Cervia, al Museo del Sale una mostra sulle pinete

Continuano i laboratori artistici dedicati ai più piccoli con una iniziativa divertente e doppiamente educativa. "Ti riciclo e mi diverto!" è il titolo del laboratorio  artistico  che si terrà il 19 febbraio al museo del sale cervese e  che prevede l'utilizzo di materiali di recupero. Si tratta infatti di attività artistiche che includono l'uso di  materiali riciclati quali  bottoni, perline, pezzetti di carta,   cartoncino e conchiglie.  In questa occasione i piccoli  potranno dare  sfogo alla loro fantasia e creatività imparando anche ad  apprezzare  l'uso di materiali normalmente utilizzati per altre attività.  Si offre inoltre ai bambini l'occasione di  sviluppare  interesse  per il riciclo e per la salvaguardia dell'ambiente.  L'iniziativa è curata  dalla associazione culturale Cervia Incontra l'Arte

 

Dopo il successo della mostra fotografica " I colori dell'acqua del sale " che ha visto una forte affluenza di pubblico,  sarà la volta di una nuova mostra dedicata alle pinete locali

 

 Il 19 febbraio infatti  partirà l'esposizione dal titolo " Il bosco vivo" che ci racconterà avventure e disavventure delle pinete cervesi.

 

La pineta accanto alle saline è stata, ed è, uno degli elementi che più fortemente caratterizzano il nostro territorio. Non siamo in grado di datarne l'origine ma è legata nei primi cenni documentari,  al patrimonio della Chiesa cervese che già nel XV secolo la affida in gestione alla Comunità di Cervia.

Questa rassegna di immagini e documenti ripercorre, in modo parziale, alcuni passaggi del lungo rapporto che ha legato il bosco pineto agli abitanti del nostro territorio.

 

La pineta è stata infatti  il luogo della religiosità popolare con la fondazione della chiesetta della Madonna del Pino, è stata risorsa economica per la comunità con lo sfruttamento dei suoi prodotti (il legname, i pinoli e prodotti del sottobosco), è stata salvezza e calore nei lunghi inverni per la popolazione che dalla pineta ricavava legna e aghi di pino per scaldarsi e cucinare. E' stata infine anche elemento fondamentale per il rilancio e il rinnovamento dell'economia locale quando un gruppo di milanesi ha visto nella nostra pineta la possibilità di edificare una città nuova, una città giardino in cui rifugiarsi e tonificarsi a contatto con la natura dopo lunghi mesi vissuti nelle città industriali del nord.

 

La vita e la sopravvivenza delle nostre pinete (che a volte hanno dovuto soccombere come la prima Pinarella) si è così sempre giocata sul difficile equilibrio fra la necessità contingente e spesso impellente di dover soddisfare i bisogni primari dei nostri concittadini del passato e le esigenze di conservazione, guidate dalla consapevolezza di gestire l'eredità di un patrimonio di valore inestimabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra resterà allestita fino al 3 aprile ed è realizzata dall'Archivio Storico di Cervia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -