Cervia, Angela Finocchiaro punta di diamante della stagione del teatro Comunale

Cervia, Angela Finocchiaro punta di diamante della stagione del teatro Comunale

Cervia, Angela Finocchiaro punta di diamante della stagione del teatro Comunale

Dopo un'estate che ha visto la città di Cervia ospitare l'unica data in Romagna del tour di Alessandra Amoroso con un'affollatissima Piazza Garibaldi, il Comune e Accademia Perduta/Romagna Teatri, al 17esimo anno di ininterrotta collaborazione, presentano la nuova stagione teatrale del Teatro Comunale. Per la Prosa spiccano le presenze di Pamela Villoresi e Claudio Casadio, mentre per il comico c'è attesa per lo spettacolo di Angela Finocchiaro

 

Mantenendo una formula gestionale e artistica che negli anni si è sempre dimostrata vincente, la Stagione Teatrale 2010/2011 del Comunale di Cervia sarà impostata su una pluralità di percorsi artistici, a sua volta articolata in una varietà di linguaggi: sei spettacoli di Prosa, che alterneranno commedia brillante, tragedia classica e drammaturgia contemporanea; tre appuntamenti con la comicità d'autore, due di Teatro Ragazzi che andranno in scena in orario mattutino per le Scuole della città e la rassegna di Teatro Dialettale (sei spettacoli), sempre seguitissima dai tanti estimatori del genere.

 

A dare il via al cartellone di Prosa sarà una vera "primadonna" dei nostri palcoscenici: Pamela Villoresi, protagonista insieme a David Sebasti di Medea di Euripide con la regia di Maurizio Panici; seguiranno Vito e Maria Pia Timo, altra affiatatissima coppia artistica, con Se perdo te 2. Claudio Casadio, dopo il successo cinematografico con la sua partecipazione al premiatissimo L'uomo che verrà di Giorgio Diritti, torna in teatro con una nuova pièce: L'Orchetto, interpretato insieme a Daniela Piccari e che ha debuttato con grande successo di pubblico e di critica all'ultima edizione del prestigioso Festival dei 2Mondi di Spoleto. Lorenza Mario, Fabio Ferrari e Raffaele Pisu sono solo alcuni dei protagonisti della commedia brillante Chat a due piazze, mentre Fausto Paravidino, tra i più interessanti autori, interpreti e registi dell'ultima generazione, presenterà a Cervia La malattia della famiglia M. Chiuderà il cartellone una vera e propria leggenda del teatro italiano: Paolo Poli con lo spettacolo Le fate (Favole).

 

La rassegna di Teatro Comico sarà invece inaugurata dalla sempre bravissima Angela Finocchiaro che proprio a Cervia debutterà con il ri-allestimento del suo monologo Mai più soli, misurandosi nuovamente con l'affilata scrittura di Stefano Benni. Seguirà Avner L'eccentrico, star mondiale della clownerie, applaudito nei Teatri di tutto il mondo, tanto che il suo nome compare nella International Clown Hall of Fame, con lo spettacolo Gravità fuori legge. Completa questo "tris d'assi" Augusto Fornari con l'esilarante Amnesie di un viaggiatore senza biglietto.

 

Il Teatro Ragazzi prevede la rappresentazione di due fortunatissime produzioni di Accademia Perduta per tre repliche mattutine per le scuole del Comune, mentre la rassegna di Teatro Dialettale porterà in Teatro sei allegri appuntamenti proposti dalle tante compagnie locali che, con passione ed impegno, tengono vive le radici della cultura popolare della "gente di Romagna".

 

 

 

PROSA

Come annunciato, la nuova Stagione di Prosa del Teatro Comunale di Cervia sarà inaugurata da Pamela Villoresi e David Sebasti, protagonisti di Medea di Euripide, con la regia di Maurizio Panici. Medea ci riporta, a partire dai tragici greci, alle donne di oggi. Sono infatti le donne a mettere in discussione la vecchia cultura facendosi portatrici di un nuovo pensiero. Ed è proprio attraverso Medea, figura totalmente inedita e significativa, che Euripide pone all'interno delle rappresentazioni tragiche un elemento di assoluta modernità. Medea, infatti, è la prima donna a mettere in discussione i rapporti tra uomo e donna, evidenziando una situazione di forza, contestando l'esistente, aprendo un contenzioso e lasciando intravedere nuove possibilità (mercoledì 17 e giovedì 18 novembre alle ore 21).

 

Se perdo te 2 sarà successivamente la commedia che vedrà protagonista Vito e che conferma la longeva e proficua collaborazione dell'attore bolognese con l'attrice Maria Pia Timo, l'autore Francesco Freyrie ed il regista Daniele Sala. Nella pièce, Vito riveste di panni di Don Guido, parroco di Fossa Ranuzzi, mentre Maria Pia Timo interpreterà l'esilarante perpetua Marisa. La frazione di Fossa Ranuzzi sembra essere rimasta ferma nel tempo: nessuna parabola svetta sul tetto della sagrestia, gli sms si chiamano ancora "telegrammi", nessun outlet o centro commerciale ha preso il posto delle botteghe. Un giorno giunge la notizia che il Santo Padre farà un'ispezione alla parrocchia... ma quella del Santo Padre non è l'unica visita capace di provocare clamore. Una mattina una Harley Davidson si schianta contro la fiancata della chiesa: il conducente perde i sensi e viene soccorso dalla perpetua e chiuso a chiave in sagrestia. Ma le voci in paese corrono veloci e ben presto tutti raccontano che Don Guido ha rapito George Clooney... (sabato 4 e domenica 5 dicembre alle ore 21).

 

Claudio Casadio ritornerà poi nel "suo" Teatro dopo lo straordinario successo ottenuto con il suo debutto cinematografico nel capolavoro di Giorgio Diritti L'uomo che verrà. Insieme a Daniela Piccari, proporrà L'Orchetto, pièce di Suzanne Lebeau, prodotta da Accademia Perduta e diretta da Marcello Chiarenza. Uno spettacolo bellissimo, per tutti, adulti e bambini. Uno spettacolo che nella sua linearità, dirama una varietà di sottotesti. L'Orchetto vive solo con sua madre in una casa nel cuore di una foresta impenetrabile, in un luogo ritirato, lontano dalla comunità del vicino villaggio. Pensa di essere un bambino come tutti gli altri ma, il primo giorno di scuola, i suoi compagni si accorgono subito della sua diversità: è il figlio di un orco che, però, una madre amorevole ha cresciuto con infinita tenerezza. Per sfuggire all'attrazione irresistibile che prova per il sangue fresco, l'Orchetto dovrà affrontare tre difficili prove, dalla cui riuscita dipenderanno la sua crescita, la sua trasformazione e la sua salvezza. Se saprà superare queste prove, il coraggioso protagonista potrà esaudire il grande sogno di essere accettato, con tutte le sue differenze e le sue contraddizioni, all'interno della comunità del villaggio (venerdì 7 e sabato 8 gennaio alle ore 21).

 

Seguirà Chat a due piazze, esilarante commedia degli equivoci interpretata da Fabio Ferrari, Gianluca Ramazzotti, Lorenza Mario, Miriam Mesturino e con la partecipazione straordinaria di Raffaele Pisu. Tutto va a gonfie vele per Mario Rossi, tassista, sposato da vent'anni con Barbara a Piazza Irnerio e, nello stesso tempo, con Carla a Piazza Risorgimento! Mario ha due figli adorabili: Alice a Piazza Irnerio... e Giacomo, a Piazza Risorgimento. Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, riesce per anni a vivere nascondendo la verità. La vita gli sorride, il suo segreto è al sicuro, fino a quando un giorno i suoi due figli si conoscono in chat su internet e decidono di incontrarsi... (martedì 8 e mercoledì 9 febbraio alle ore 21).

 

Fausto Paravidino sarà poi interprete, oltre che autore e regista, di La malattia della famiglia M. La malattia a cui si allude nel titolo è in realtà il disagio esistenziale di una famiglia allo sbando che vive in una città di provincia. La madre scomparsa, due sorelle che tirano avanti tentando di dare forma alla loro vita tra fidanzati non equamente ripartiti e dividendosi tra un padre alla deriva e un fratello minore, Gianni, che guarda la vita come un gioco dal quale uscirà in modo drammatico e improvviso. Cristofolini, il cechoviano medico del paese, è testimone implicato in questa storia a più voci, dove ciascuno dialoga con l'altro ma rimane in solitudine, incapace di risolvere le proprie difficoltà nel comunicare (venerdì 11 e sabato 12 marzo alle ore 21).

 

Ultimo spettacolo in cartellone sarà Le fate (Favole), portato in scena da Paolo Poli, vera e propria leggenda vivente dei nostri palcoscenici. Da Perrault a Beaumont, una selezione delle più celebri fiabe raccontate con l'ironia e lo stile incantevole dell'attore toscano (giovedì 7 e venerdì 8 aprile alle ore 21).

 

 

TEATRO COMICO

Il cartellone di Teatro Comico sarà inaugurato dalla bravissima Angela Finocchiaro che, con Mai più soli, si misurerà nuovamente con l'intelligente scrittura di Stefano Benni e sarà accompagnata sul palco dal musicista Daniele Trambusti. Lo spettacolo, che proprio a Cervia avrà la "prima nazionale" del ri-allestimento 2010/11, con leggerezza e poetico candore, diverte e fa riflettere attraverso favole, invettive, brevi liriche, lucide cronache, in un contesto narrativo che cerca di ritrovare un senso al caos e alle incoerenze del nostro presente (mercoledì 24 novembre alle ore 21).

 

Seguirà Gravità senza legge, meravigliosa performance di Avner L'eccentrico, clown famoso ed acclamato in tutto il mondo, tanto che il suo nome compare nella International Clown Hall of Fame. La precisione di Chaplin e la follia dei Fratelli Marx. Un'enciclopedia vivente del divertimento. Guardare alle voci: Mimo, Clown, Illusionista, Giocoliere, persino Funambolo. E, soprattutto, Poeta. Il tutto senza una parola. Parlano le sue gags che si rincorrono per tutto lo spettacolo come in un concerto jazz. Nelle sue mani, oggetti semplici come sedie, scale, corde, fazzoletti di carta diventano parte di un mondo magico ed esilarante (martedì 21 dicembre alle ore 21).

 

Ultimo appuntamento in cartellone sarà Amnesie di un viaggiatore senza biglietto, divertentissimo spettacolo che avrà per protagonista Augusto Fornari. Una serie di personaggi si alterna sulla scena fra teatro e canzoni; l'uomo che fa l'amore in chat, il difensore dei diritti civili distrutto da una buca fuori casa, il paracadutista solitario che quando si lancia vorrebbe salire invece che scendere, l'ubriaco che ha trovato il senso della vita ma non se lo ricorda più ed altri personaggi che ci accompagnano a braccetto dentro le loro storie bislacche, le loro canzoni strampalate e, all'improvviso, ci svelano che le loro incongruenze sono le nostre (domenica 9 gennaio alle ore 21).

 

 

TEATRO RAGAZZI

Il cartellone di Teatro Scuola sarà inaugurato da I musicanti di Brema, produzione di Accademia Perduta firmata da Claudio Casadio e Giampiero Pizzol, vincitrice del Premio ETI-Stregagatto come "miglior spettacolo di Teatro Ragazzi". Ad interpretarla sono Maurizio Casali, Mariolina Coppola, Lucia Puechler e Paola Baldarelli. Lo spettacolo, tratto dalla celebre favola dei Fratelli Grimm, racconta le avventure di un cane, un gatto, un asino ed un gallo che fuggono e si incontrano per ricominciare una nuova esistenza che permetta loro di vivere serenamente. Comincia così, per i quattro amici, una straordinaria avventura. La solitudine, la speranza ed il valore dell'amicizia in una messa in scena fantasmagorica e giocosa, con musiche eseguite dal vivo, attori comici ed un testo tutto in rima, per poter giocare con le parole e con la musica che, come il vento, invade a folate la scena... (venerdì 4 febbraio alle ore 10).

 

La rassegna proseguirà poi con la doppia rappresentazione di La cicala e la formica, nuovissima produzione di Accademia Perduta diretta da Claudio Casadio e scritta dal regista con Giampiero Pizzol. Protagonisti in scena saranno Maurizio Casali, Mariolina Coppola e Alessandra Tomassini. Questi due piccoli animali, simbolo dell'ozio e del lavoro, sono tra i più famosi al mondo grazie anche alla popolare favola di La Fontaine. Ma, mentre nel racconto del narratore francese queste due figure sono rigidamente contrapposte per celebrare la virtù di una previdente e laboriosa saggezza condannando il suo opposto, nel mondo del teatro avviene qualcosa di più. Tra le due amiche - avversarie si snoda il filo di una avventurosa storia, comica e saggia, antica e moderna, piena di incontri e scontri, di sorprese e paure sul filo dei versi e delle rime con cui è scritto il testo (mercoledì 6 aprile alle ore 9 e alle ore 10.30).

 

 

TEATRO DIALETTALE

La rassegna partirà con il Gruppo Dialettale de Bosch che presenterà la farsa Una bela pitnadura (venerdì 12 novembre ore 21). Seguiranno: la Compagnia Dialettale di Bubano (venerdì 19 novembre ore 21); la T.P.R. Doppio Gioco di Faenza con Al pianell (venerdì 3 dicembre ore 21); i Giovani di Chiusura con Ciacar e Fartel (venerdì 10 dicembre ore 21); la compagnia E Carador di Forlì (venerdì 14 gennaio ore 21) e, per concludere, il nuovo spettacolo della storica Cumpagnì dla Zercia (venerdì 21 gennaio ore 21).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -