Cervia, due incidenti mortali in pochi minuti. Muoiono un scooterista ed un ciclista

Cervia, due incidenti mortali in pochi minuti. Muoiono un scooterista ed un ciclista

Cervia, due incidenti mortali in pochi minuti. Muoiono un scooterista ed un ciclista

CERVIA - Due incidenti mortali a poche decine di minuti l'uno dall'altro nella nottata tra martedì e mercoledì a Cervia. Nel primo, verificatosi intorno all'1 in via Giuseppe Di Vittorio, ha perso la vita scooterista cervese di 39 anni, Jimmy Rossi. Il secondo è avvenuto verso le 2 lungo la Statale 16 Adriatica a Pinarella. La vittima è Marco Fabbri, cesenate di 38 anni residente a Cervia. L'uomo si trovava in sella ad una bici quando è stato travolto da un'automobile.

 

IL PRIMO INCIDENTE - Rossi si trovava in sella al suo scooter 'Gilera Runner' 125cc con il quale stava percorrendo la via Di Vittorio con direzione di marcia Cervia-Milano Marittima. Giunto all'altezza del civico 28, ha perso il controllo del mezzo, urtando contro un palo della segnaletica stradale posto all'altezza dell'istituto di credito Bnl. Dopodichè è rovinato sull'asfalto, strisciando per diversi metri. I medici del '118', intervenuti con un'ambulanza e l'auto medicalizzata, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 39enne. La dinamica è stata ricostruita dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Cervia-Milano Marittima.

 

IL SECONDO INCIDENTE - Pochi minuti più tardi la seconda sciagura. A macchiarsi di sangue la Statale 16 Adriatica, all'altezza chilometro 177+100, nei pressi del distributore "Esso". Fabbri, in sella ad una bicicletta, è stato colpito da una Bmw 320. Secondo quanto ricostruito dai militari della stazione di Castiglione, l'automobilista, il palermitano S.G., 33 anni residente a Savignano sul Rubicone, stava percorrendo la Statale con direzione di marcia Cervia-Cesenatico.

 

Giunto all'altezza del chilometro 177+100 si è trovato improvvisamente davanti la bici che lo precedeva, colpendolo violentemente nella ruota posteriore con lo spigolo anteriore destro della sua autovettura. A seguito del violento urto il conducente Fabbri è sbalzato prima sul montante destro del parabrezza e successivamente a terra a circa 15 metri di distanza dal probabile punto d'urto. A seguito del decesso il 38enne è deceduto sul colpo per "politrauma".

 

Sia l'autovettura che la bicicletta, sono stati sottoposti a sequestro preventivo ed affidati in giudiziale custodia. La bici ha riportato danni nella parte posteriore e principalmente nella  ruota, mentre per l'auto lievi ammaccature nello spigolo anteriore destro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -