Cervia e Forlì insieme: per promuovere cultura e turismo

Cervia e Forlì insieme: per promuovere cultura e turismo

“La cultura è la carta vincente di un’offerta turistica emiliano-romagnola già cosi ricca di opportunità”. Lo ha detto mercoledì, presso il Design Hotel Waldorf di Milano Marittima, l’amministratore delegato di Apt servizi dell’Emilia Romagna Andrea Babbi. Lo ha fatto intervenendo presentando l’accordo di collaborazione tra l’Associazione Albergatori-Ascom di Cervia e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì per promuovere in Riviera le grandi mostre forlivesi.


Per Babbi “la straordinaria risposta, di pubblico e turisti, per la mostra in corso a Forlì su Guido Cagnacci è eloquente rispetto a una domanda di cultura sempre più forte”. Per questo – ha aggiunto – “è decisivo un coinvolgimento di tutti gli attori del nostro turismo per far apprezzare i contenuti di una terra unica che merita di essere visitata, vissuta ed amata”. L’accordo triennale realizzato – ha spiegato il presidente dell’Associazione albergatori di Cervia Terenzio Medri – “è finalizzato a sostenere e diffondere tra gli hotel della Riviera emiliano romagnola materiale informativo delle mostre realizzate a Forlì. Per la mostra in corso sul Cagnacci sono state messe a punto, per i turisti, proposte di visite individuali e di gruppo collegate a una ‘tappa’ enogastronomica a Casa Artusi di Forlimpopoli. A questo si affianca la possibilità di realizzare, per gruppi di turisti, l’apertura straordinaria della mostra per serate evento”.


Il presidente Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Piergiuseppe Dolcini si è detto soddisfatto dell’accordo raggiunto con l’Associazione Albergatori-Ascom di Cervia “perché proposte culturali come la visita della mostra in corso sul Cagnacci (e di altre che abbiamo in cantiere nel 2009 su Antonio Canova e nel 2010 sull’arte del Novecento) alzano il livello della qualità complessiva del nostro territorio. La Riviera è l’emblema (dal punto di vista turistico) della Romagna; con questo accordo trova un ‘alleanza’ con la cultura aumentando così il suo grado di interesse”.

Questo accordo – ha aggiunto l’ad di Apt Babbi – “va nella logica di una sempre maggior integrazione tra prodotti turistici (tra costa e entroterra tra cultura e turismo balneare) presenti nella nostra realtà. Quello che è stato fatto è lungimirante ed ha trovato terreno fertile in realtà attente al territorio come le Fondazioni bancarie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla scia di una sempre maggior integrazione tra cultura e turismo balneare Andrea Babbi ha ricordato che il 2008 è l’anno del centenario della nascita dello scrittore emiliano Giovannino Guareschi morto a Cervia il 22 luglio del 1968. “Sulla scia degli eventi dedicati a Guareschi – ha concluso Babbi – sarebbe bello che la città di Cervia lo ricordasse in occasione della manifestazione ‘Cervia: la spiaggia ama il libro’ facendo trovare per Ferragosto ai suoi turisti, nelle stanze degli hotel, un suo libro (‘La calda estate del Pestifero’) scritto da Guareschi nell’estate del 1996 nella sua casa di Cervia. E’ un racconto per piccoli e grandi, sulle cose buone e vere della vita, così in sintonia con l’Emilia Romagna: una terra con l’anima”.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -