Cervia: F16, arriva un sottomarino per il recupero dei resti

Cervia: F16, arriva un sottomarino per il recupero dei resti

Cervia: F16, arriva un sottomarino per il recupero dei resti

CERVIA - La scarsa visibilità sui fondali dell'Adriatico ha impedito l'avvio delle operazioni di recupero del relitto dell'F16 dell'5°C Stormo dell'Aeronautica Militare precipitato giovedì 11 febbraio al largo di Cervia. Per questo motivo la Marina militare ha disposto l'utilizzo di un sottomarino teleguidato, il Remus, con un team di quattro specialisti. Lo strumento sarà imbarcato a bordo del Cacciamine Milazzo, che scandaglierà l'area del punto d'impatto dell'aereo.

 

Un rettangolo di mare, largo un chilometro e lungo tre, dove la capitaneria di porto di Ravenna e l'Aeronautica Militare ipotizzano si trovi il seggiolino, è già stato interdetto a tutte le attività marittime con un'ordinanza di polizia marittima.I tentativi di portare in superficie i resti dell'aereo proseguiranno con un ulteriore attività subacquea programmata dai sommozzatori della Marina militare.

 

Verranno così sostituiti nell'attività i sommozzatori della Guardia Costiera di San Benedetto che hanno individuato il relitto ed eseguito nei giorni scorsi i rilievi video fotografici già messi a disposizione della magistratura.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -