Cervia: F16 caduto, iniziate le operazioni di recupero

Cervia: F16 caduto, iniziate le operazioni di recupero

Cervia: F16 caduto, iniziate le operazioni di recupero

Sono iniziate giovedì le operazioni tecnico-operative per il recupero dei resti dell'F16 precipitato in mare l'11 febbraio scorso a circa 4 miglia dalla costa tra Cervia e Lido di Savio. Nella zona sta operando la nave "Ponza" della Marina Militare, equipaggiata di gru e per le attrezzature necessarie per la rimozione del relitto dell'aereo ed il loro trasporto a terra, ed il cacciamine ‘Milazzo, dotato di sofisticate apparecchiature per la localizzazione dei resti metallici.

 

Da Ancona sono arrivati anche i sub della Marina militare, specializzati nella bonifica in mare di ordigni esplosivi. Ma nella circostanza interverranno per garantire che le operazioni di recupero vengano svolte in completa sicurezza. Infatti il velivolo, impegnato prima dell'incidente in una missione di addestramento, era sprovvisto di armamenti. Sul posto operano anche i mezzi della Guardia costiera.

 

Mercoledì mattina si è svolta presso la Capitaneria di Porto un vertice coordinato dal sostituto procuratore Roberto Ceroni, alla presenza del consulente ingegnere Massimo Bardazza, per definire le varie fasi del recupero.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -